Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Junior Cally dal rehab alle vittorie nel padel: “Mi ha aiutato a rinascere”

Il rapper ha vinto il primo trofeo col compagno Edoardo Bertani al Country Sport Village di Paderno Dugnano: “Mi sono appassionato e ora se ci sono le delusioni lo sfogo è lo sport, non più l’alcool”

“Nei momenti difficili mi rifugio al campo di padel”. La nuova vita di Junior Cally riparte dallo sport e dalla passione per il padel. Il periodo buio passato la scorsa estate, quando il rapper è stato circa un mese in rehab per chiudere con l’alcool, è ormai alle spalle. L’artista trentenne di Focene, all’anagrafe Antonio Signore, oltre alla carriera musicale, ne sta iniziando una parallela nel padel.

Trofeo

—  

Il weekend scorso ha visto Junior Cally vincere il suo primo trofeo col compagno e amico Edoardo Bertani al Country Sport Village di Paderno Dugnano, dove erano iscritte quarantotto coppie e hanno superato in semifinale i vincitori di una tappa della Cupra Padel Cup. Un amore nato per caso nell’ultimo anno, in cui il padel ha avuto un vero e proprio boom di popolarità: “Non avevo mai giocato a tennis. Ho provato per curiosità il padel, sono stato invitato a una partita e mi ha subito divertito. Io mi fisso tanto con le cose, mi sono appassionato: ho studiato la storia dello sport, i giocatori e guardato un sacco di video. Ho capito che potevo imparare in fretta e mi sono messo in gioco, prima con le lezioni con la mia insegnante Claudia, ora coi tornei”.

Post rehab

—  

“Ho conosciuto il padel prima del rehab”. Racconta Junior Cally che ripercorre il suo ultimo periodo tra alti e bassi: “Dopo aver passato un mese da solo per troncare con l’alcool, ho ragionato molto sul fatto che lo sport potesse aiutarmi a stare bene. Non solo il padel, ma anche l’allenamento a corpo libero. Uscito da quel momento buio mi sono messo in gioco per alzare l’asticella nel padel. Serve impegno e una vita sana, con orari normali, lavoro permettendo. E tanto, tantissimo allenamento. Adesso associo il vivere bene allo sport. Se ci sono le delusioni, lo sfogo è lo sport. E funziona”.

Idoli

—  

Come tutti gli appassionati del padel, dopo la lunga stagione del World Padel Tour Junior Cally ha i suoi preferiti: “Dico Lebron e Galan che hanno vinto il Master a Madrid, ma già prima di questo week end erano i migliori. Li guardo come guardavo da piccolo Shevchenko insieme a mio padre quando seguivo il calcio. Osservo i migliori, anche se emularli è praticamente impossibile”. Ma che giocatore è Junior Cally? “Ho iniziato a sinistra per divertimento, poi quando ho deciso di impegnarmi seriamente mi sono messo a giocare a destra. È un lavoro di pulizia, per costruire il punto per il compagno. Gioco con Edoardo che ha uno smash incredibile. Aspetto che lui abbia la pallina giusta per chiudere il punto. Ma lavorerò per essere più incisivo pure io. Anche se a destra capita meno. E continuo a migliorare la tecnica, non venendo dal tennis come tanti dei miei avversari”. Il padel è un hobby ma torneo dopo torneo può diventare qualcosa in più: “Dopo aver vinto questo torneo, nel 2022 cercherò di costruirmi una classifica. Iniziamo così, poi si vedrà”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *