Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Jeep Gladiator: il pick up lifestyle per vivere le emozioni dell’estate

Tempo di lettura: 3 minuti

Jeep Gladiator è la vettura ideale per chi vuole vivere le proprie emozioni in libertà, scoprire le infinite possibilità dell’estate, ma non solo, e trascorrerla all’insegna del puro divertimento abbracciando lo stile di vita Jeep, brand da sempre sinonimo di libertà, in ossequio al celebre claim “Go Anywhere, Do Anything”. In oltre ottant’anni di storia, Jeep ha aperto nuove strade e ha inaugurato nuovi segmenti e nuove tecnologie, con la prima produzione in serie di veicoli 4×4 e con l’introduzione del primo SUV, nel 1949.

Il primo Jeep Pickup risale invece al 1947, e oggi Jeep Gladiator rappresenta un’evoluzione del concetto originario: un mezzo concepito per il lavoro abbina oggi alla natura professionale una vocazione lifestyle, diventando il partner perfetto per attività e avventure fuori dall’ordinario.

Funzionalità e versatilità per vivere pienamente l’outdoor

Jeep Gladiator, il versatile pick up che condivide il DNA della Jeep Wrangler in termini di impareggiabile capability all terrain e libertà di guida open air. I suoi caratteristici stilemi che rappresentano la filosofia Jeep lo rendono uno strumento unico per vivere pienamente l’outdoor. Al tempo stesso, si tratta di un modello che è stato specificamente progettato e ingegnerizzato per essere al 100% un pick up e consentire di poter “andare ovunque e fare qualsiasi cosa” grazie a contenuti tecnologici avanzati, un motore potente ed efficiente, praticità e flessibilità nel trasporto di carico.

Gladiator è letteralmente in grado di muoversi ovunque, attirando ovunque gli sguardi, ed è prestazionale e capiente. La sua portata massima è infatti di 565 kg, e la sua capacità di traino arriva a 2.721 kg. L’area di carico, rivestita di materiale antiscivolo e dotata di sistema di illuminazione a LED, presa di corrente esterna impermeabile da 230 V (disponibile a richiesta) e robusti fermi integrati, offre un volume di 1.005 litri: è lunga più di un metro e mezzo a ribaltina chiusa, supera i 2 metri a ribaltina aperta, e la larghezza è di 1,44 metri. Questi dati sottolineano come Gladiator sia capace di rispondere a ogni esigenza.

Robusto design body-on-frame

Grazie al telaio a longheroni (body-on-frame) e a sospensioni a cinque punti di ancoraggio, Gladiator garantisce capacità 4×4 di riferimento, assicurando al contempo comfort di guida su strada ed elevata sicurezza per i passeggeri. In particolare, il design a longheroni utilizza materiali e tecniche ingegneristiche avanzatissime per risultare leggerissimo e al contempo rigido e resistente. Il telaio in acciaio altoresistenziale è 78,7 cm più lungo di quello di una Jeep Wrangler a 4 porte, mentre il passo è più lungo di 49,2 cm; quest’ultima caratteristica, in abbinamento al posizionamento del cassone in posizione arretrata rispetto alla linea di mezzeria dell’assale posteriore, consente di ottenere una migliore distribuzione del peso e una guida più fluida durante il trasporto di carico.

Uno stile che non passa inosservato

A tutto ciò si aggiunge l’inconfondibile design Jeep, contraddistinto da linee scolpite e dai tradizionali tratti stilistici che hanno reso il brand un’icona globale, oltre agli elementi funzionali che da sempre caratterizzano Wrangler: dai fari circolari alla griglia a sette feritoie – con feritoie un po’ più ampie e griglia leggermente inclinata –; dai passaruota trapezoidali alle cerniere a vista; sino alle numerose soluzioni possibili per vivere l’avventura open-air, come dimostrano le diverse combinazioni tra parabrezza e copertura superiore che consentono al cliente infinite possibilità di configurazione: hard top a tre pannelli, soft top e senza tetto. L’affinità con Wrangler non si esaurisce agli espetti estetici: Gladiator ne condivide il DNA anche in termini di impareggiabile capability all-terrain – merito del sistema di trazione Selec-Trac, assali Dana 44 di terza generazione e dotazioni specifiche per l’off-road. Incarna dunque perfettamente la doppia anima del marchio Jeep: quella più avventurosa, grazie alla tecnologia affinata in 81 anni sui percorsi più impervi; e quella più raffinata, da cui deriva la premiumness Jeep che, attraverso interni pregiati ed esterni dalla forte personalità, consentono ai suoi SUV di farsi notare anche nei contesti più esclusivi e rinomati.

Sicurezza, connettività e tecnologia

Infine, sono di serie fari anteriori e posteriori e fendinebbia a LED dotati di una luce bianca estremamente nitida e rendono inconfondibile il look della Gladiator. Non manca, ovviamente, la tecnologia più sofisticata, in termini di infotainment e sicurezza; un impianto audio Alpine con subwoofer, cassa wireless portatile, ricaricabile in marcia e completamente impermeabile, il meglio della connettività con il sistema Uconnect con Apple CarPlay, Android Auto e touchscreen da 8,4”, e dotazioni come Blind-spot Monitoring e Rear Cross Path Detection, Forward Collision Warning Plus, Adaptive Cruise Control, telecamera posteriore ParkView con griglia dinamica.

Fonte: autoappassionati.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *