Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Italia Scozia femminile al 6 nazioni 2022: le formazioni

Azzurre che ritrovano titolare Ilaria Arrighetti e in panchina, quasi ad un anno di distanza dall’ultima partita disputata, Silvia Turani. Melissa Bettoni schierata come pilone con l’ingresso di Vittoria Vecchini a tallonatore. Assenza pesante per la Scozia priva dell’esperta e potente Jade Konkel

Dopo una settimana di sosta, torna in campo l’Italia del rugby femminile, impegnata nella quarta giornata del torneo Sei Nazioni contro la Scozia, sabato 23 aprile.

Calcio d’inizio alle ore 20:20 allo stadio Sergio Lanfranchi di Parma, presenti le telecamere di #skyrugby. “In settimana avevamo la necessità di ritrovare consapevolezza e fiducia nel nostro gioco – il commento di Plinio Sciamanna, assistente allenatore di coach Andrea Di Giandomenico -. La squadra si è fatta trovare pronta fin da subito al rientro dopo la pausa e il lavoro è stato affrontato con il giusto approccio. Avremo bisogno di aumentare la qualità del nostro possesso e la solidità fisica nei punti di contatto. Ci aspetta sicuramente una partita contro una squadra che gioca un buon rugby come la Scozia e che riesce a mettere pressione in ogni momento della partita, la nostra sfida sarà quella di sfruttare al meglio le occasioni che si presenteranno e l’urgenza di rialzare lo standard”.

Le scelte di Andrea Di Giandomenico

Nella formazione titolare, la novità più sostanziale è il rientro in terza linea di Ilaria Arrighetti, indisponibile nelle prime tre giornate del torneo. In panchina, invece, Di Giandomenico sceglie di sfruttare come potenziali impact players Isabella Locatelli e Gaia Maris, ma soprattutto Sara Tounesi. Tra le riserve, rientra pure Silvia Turani, che ha finalmente messo alle spalle l’infortunio che l’ha tenuta quasi un anno lontana dai campi di gioco, e che potrà offrire una doppia opzione come pilone o tallonatore.

In quest’ultimo ruolo, preferita Vittoria Vecchini dal primo minuto, mentre Melissa Bettoni viene dirottata a pilone sinistro, così come avvenuto nel secondo tempo del match perso al Musgrave Park di Cork contro l’Irlanda.

Nuova mediana per la Scozia

Rivoluziona la cabina di regia e l’asse centrale in mezzo al campo della “sua” Scozia, Bryan Easson. Sarah Law, ultima in ordine di tempo a raggiungere quota 50 caps con il XV del cardo, si prende una maglia da titolare assieme a Caity Mattinson, spostando Helen Nelson a primo centro. Nel triangolo allargato spazio a Shona Campbell.

Davanti, la novità più importante in ottica azzurra è l’assenza dell’esperta Jade Konkel, prima professionista scozzese e tra le migliori in questa prima parte del torneo, costretta però al forfait per il resto della kermesse da un infortunio.

Rientra in squadra, invece, Emma Wassell, costretta a saltare la sfida di Glasgow contro la Francia, prima assenza per lei dopo 54 presenze consecutive.  

Dirigerà il match la neozelandese Lauren Jenner, coadiuvata dalle inglesi Sara Cox e Katherine Ritchie e con TMO il gallese Ben Whitehouse.

Le formazioni annunciate

ITALIA: 15 Manuela Furlan (Cap.); 14 Aura Muzzo, 13 Michela Sillari, 12 Beatrice Rigoni, 11 Maria Magatti; 10 Veronica Madia, 9 Sofia Stefan; 8 Elisa Giordano, 7 Ilaria Arrighetti, 6 Beatrice Veronese; 5 Giordana Duca, 4 Valeria Fedrighi; 3 Lucia Gai, 2 Vittoria Vecchini, 1 Melissa Bettoni. A disposizione: 16 Silvia Turani, 17 Gaia Maris, 18 Michela Merlo, 19 Sara Tounesi, 20 Isabella Locatelli, 21 Sara Barattin, 22 Alyssa D’Incà, 23 Vittoria Ostuni Minuzzi. SCOZIA: 15 Chloe Rollie; 14 Rhona Lloyd, 13 Lisa Thomson, 12 Helen Nelson, 11 Shona Campbell; 10 Sarah Law, 9 Caity Mattinson; 8 Evie Gallagher, 7 Rachel McLachlan, 6 Rachel Malcolm (Cap.); 5 Sarah Bonar, 4 Emma Wassell; 3 Christine Belisle, 2 Lana Skeldon, 1 Molly Wright. A disposizione: 16 Jodie Rettie, 17 Leah Bartlett, 18 Katie Dougan, 19 Louise McMillan, 20 Anne Young, 21 Jenny Maxwell, 22 Hannah Smith, 23 Megan Gaffney.

ARBITRO: Lauren Jenner (Nuova Zelanda).

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *