Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Io, picchiata e medicata in ospedale perché non indosso il burqa”: la storia di una 14enne di Ostia

Aggredita dal fratello poco più grande di lei, un adolescente di 17 anni, e dalla madre, perché avrebbe rifiutato di “obbedire” alle leggi dell’Islam e indossare il burqa. Una serie di violenze psicologiche e fisiche, che sarebbero andate avanti per mesi con la minaccia che, se non avesse seguito la linea imposta dalla famiglia, sarebbe stata rimandata in Bangladesh, sua terra d’origine.

È la storia di una ragazza di 14 anni di Ostia, denunciata ai carabinieri che ora stanno indagando sui maltrattamenti in famiglia che la giovane vittima avrebbe subito. La ragazza, stando a quanto raccontato, subiva ormai da tempo una serie di minacce e offese. Imposizioni mai digerite e che, stando a quanto trapelato fino ad ora, sarebbero degenerate nel fine settimana quando, sabato, la 14enne sarebbe stata picchiata dal fratello.

Stanca e impaurita, forse senza una via d’uscita, l’adolescente si è fatta coraggio citofonando alla caserma dei carabinieri di via dei Fabbri Navali. Lì ha raccontato la sua verità. Secondo quando riferito ai militari, l’oppressione domestica sarebbe andata avanti per mesi. Anche da parte della madre, protagonista dell’ultimo episodio, quello della goccia che ha fatto traboccare il vaso – già colmo – della 14enne.

La ragazza ha riferito di essere stata graffiata in faccia, presa a calci e schiaffi dal fratello 17enne. Una aggressione violenta con la giovane studentessa di Ostia, che avrebbe anche sbattuto la testa contro un mobile a causa di una spinta. Dopo la lite, riuscendo a scappare, domenica ha raggiunto la caserma dei militari raccontando quanto vissuto: “Mi vogliono mandare in Bangladesh. Non voglio”, ha aggiunto ai militari dell’Arma che hanno raccolto la sua testimonianza.

Accompagnata all’ospedale Grassi, è stata visitata dai medici: ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni. I carabinieri, che ora indagano per ricostruire l’esatto contesto familiare e approfondire la denuncia dalla 14enne, d’accordo con l’Autorità Giudiziaria minorile, hanno portato la giovane in una casa famiglia, misura temporanea per tutelarla.

Nel frattempo madre e fratello della 14enne sono stati denunciati per maltrattamenti familiari e lesioni personali. Al vaglio degli inquirenti anche la posizione di altri parenti. Trattandosi di una vicenda molto delicata, che coinvolge anche due minorenni, i carabinieri stanno cercando di ricostruire tutti i dettagli.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *