Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Industria auto | Toyota punta sui motori convenzionali, gli investimenti negli USA lo confermano

IN GIAPPONE PUNTANO SUI MOTORI A COMBUSTIONE? La notizia arriva dagli Stati Uniti poiché è là che Toyota ha deciso di investire, ma ciò non esclude, anzi ha tutta l’aria di una conferma, che anche a livello globale questa mossa avrà il suo peso. Il colosso giapponese sta facendo un investimento significativo nelle sue strutture statunitensi per la produzione di nuovi motori endotermici. In sostanza, ciò suggerisce l’arrivo di una nuova unità a quattro cilindri convenzionale. Esattamente come altri costruttori credono e investono nei motori a combustione, anche dal quartier generale della Casa nipponica è arrivato l’input di aprire le casse. Si tratta di 383 milioni di dollari, che saranno investiti negli impianti di produzione statunitensi per la produzione di motori per modelli tradizionali e ibridi.

VEDI ANCHE

Investimento Toyota: previsti 383 milioni di dollari per un 4 cilindri endotermico Investimento Toyota: previsti 383 milioni di dollari per un 4 cilindri endotermico DENARO DA DIVIDERE IN QUATTRO Il denaro sarà ripartito fra quattro degli stabilimenti di produzione e ciascuno dei siti svolgerà un compito specifico. Partiamo da Huntsville, in Alabama, che riceverà la maggior parte dell’investimento, 222 milioni di dollari, per creare una nuova linea di produzione dei motori a quattro cilindri sia convenzionali sia elettrificati. La struttura ha attualmente la capacità di costruire 900.000 motori all’anno e l’investimento includerà un ampliamento di quasi 10.600 metri quadrati. Altri 109 milioni di dollari saranno investiti nello stabilimento di Troy, Missouri, per fornire nuove attrezzature per la costruzione di testate, mentre lo stabilimento di Jackson, nel Tennessee, riceverà 36 milioni di dollari per costruire nuovi blocchi motore a quattro cilindri. Infine, 16 milioni di dollari andranno al più grande stabilimento Toyota, a Georgetown nel Kentucky, per espandere ulteriormente la produzione di motori a combustione. La fabbrica ha già ricevuto un investimento di 461 milioni di dollari nell’ottobre 2021 e attualmente produce circa 600.000 propulsori all’anno sia per i modelli Toyota sia per Lexus.

Investimento Toyota: la Casa giapponese dividerà il denaro fra quattro siti produttivi americani Investimento Toyota: la Casa giapponese dividerà il denaro fra quattro siti produttivi americaniALIMENTAZIONI ALTERNATIVE IN STAND-BY? La Casa giapponese ha attualmente alcuni motori a quattro cilindri nel suo paniere di cilindrata 1.8, 2.0 e 2.5 litri, escluso il boxer quattro cilindri costruito da Subaru, che si trova sotto il cofano della GR86. L’investimento ci suggerisce che il costruttore asiatico sta lavorando a un nuovo motore, ma ha rifiutato di fornire ulteriori informazioni. Toyota ha alcuni motori in fase sperimentale, come il V8 alimentato a idrogeno che ha sviluppato con Lexus. Tuttavia, resta ancora qualche dubbio se vedremo presto un’unità che funziona con carburante alternativo. Ma è anche vero che Toyota ha testato un motore tre cilindri a idrogeno nella sua Corolla da competizione, nonché una versione speciale del tre cilindri super pompato della GR Yaris, che funziona con carburante sintetico. Detto questo, siamo certi che Toyota sarà in grado di ottimizzare quei progetti per poi omologarli, ma impareremo di più sul potenziale del nuovo motore man mano che la Casa giapponese implementerà le sue strutture.


Fonte: motorbox.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *