Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Incidente al Quartiere Africano: morto ragazzo in monopattino a piazza Annibaliano

Ancora sangue sulle strade della Capitale ed ancora un morto in un incidente stradale a bordo di un monopattino. A perdere la vita un ragazzo di appena 23 anni, deceduto dopo essere caduto dal mezzo elettrico privato che stava guidando nella zona del Quartiere Africano. 

Il dramma si è consumato intorno alle 2:00 della notte fra il 10 e l’11 novembre in piazza Annibaliano. Il giovane è stato notato da alcuni automobilisti in transito riverso in terra all’altezza di viale Eritrea. Richiesto l’intervento al 118 il personale sanitario dell’ambulanza non ha potuto far nulla, se non accertare il decesso del giovane – un cittadino straniero residente nella Capitale da anni. 

Sul posto sono quindi intervenuti gli agenti del II gruppo Parioli della polizia locale di Roma Capitale. Eseguiti i primi rilievi scientifici sembrerebbe trattarsi di un incidente autonomo, che non vedrebbe coinvolti altri veicoli con i caschi bianchi che proseguono gli accertamenti per ricostruire l’esatta dinamica dell’ennesima tragedia stradale sulle strade della Capitale. Elemeni utili alle indagini potrebbero arrivare dalla visione delle telecamere di sicurezza della zona e dalle parole di eventuali testimoni che abbiano assistito all’accaduto. 

Antonio Supino morto a bordo di un monopattino 

La morte del 23enne segue di poche ore un’altra tragedia, avvenuta a poca distanza dal Quartiere Africano e che ha coinvolto sempre un uomo che stava guidando un monopattino. A perdere la vita mercoledì mattina era stato Antonio Supino, 63enne romano residente a Prati. Fatale per l’uomo la caduta dal mezzo elettrico avvenuta poco dopo le 7:30 di ieri in via Anapo, nella zona di Villa Ada, al Salario. Anche in questo caso si tratterebbe di un incidente autonomo che non vedrebbe coinvolti altri veicoli. 

A dare l’allarme una residente di via Anapo richiamata dal rumore della caduta dell’uomo finito con il monopattino contro alcuni scooter parcheggiati sulla strada del II municipio. Tra le ipotesi quella che Antonio Supino possa aver perso il controllo del monopattino dopo aver incontrato un avvallamento stradale. La buca più vicina tuttavia disterebbe una decina di metri dal ritrovamento del corpo. Altra ipotesi presa in considerazione è quella che possa aver avuto un malore. 

A ricostruire la dinamica in questo saranno gli agenti del commissariato Vescovio di polizia che hanno acquisito le immagini di videosorveglianza per fugare ogni dubbio sul coinvolgimento di un eventuale pirata della strada. 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *