Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Incidente al Jfk di New York, aereo Ita colpisce un volo Delta

L’audio apparso in Rete

 Sono giornate complicate per il traffico aereo negli Stati Uniti. Mercoledì 11 gennaio la gran parte dei voli è stata bloccata per alcune ore a causa di un guasto al sistema informatico della Federal aviation administration. A dieci giorni di distanza dall’accaduto, ora è emersa la ricostruzione dell’incidente al Jfk, in seguito alla pubblicazione su YouTube di un audio che riporta la conversazione originale avuta dai piloti del volo Delta con la torre di controllo, e dalla stessa con i piloti italiani, subito dopo il tamponamento.

La ricostruzione dell’incidente

 Stando alla ricostruzione, i piloti Delta hanno sentito un forte boato in seguito all’urto. Sporgendosi dagli oblò della cabina di pilotaggio hanno capito di essere stati investiti dall’Airbus azzurro presente a poca distanza in pista. A quel punto, hanno comunicato il tutto alla torre di controllo dell’aeroporto, che si è messa in contatto con i piloti del volo Ita. I quali, a loro volta, non hanno potuto far altro che confermare di aver urtato l’aereo Delta. Sulla pista sono quindi giunti i vigili del fuoco che non hanno però effettuato alcun intervento in quanto, pur subendo importanti danni strutturali, i due velivoli non hanno preso fuoco. 

Passeggeri costretti a terra e rientrati a Roma il giorno successivo

 In seguito all’incidente, i due aerei si sono dovuti fermare a terra. Il volo Ita, diretto a Roma, è stato cancellato e i passeggeri, dopo essere stati portati in un hotel, sono rientrati in Italia il giorno successivo quando la compagnia ha messo a disposizione un nuovo volo. L’Airbus che si è reso protagonista dell’incidente sarebbe già stato riparato, ed è rientrato a Fiumicino.

La nota di Ita: “Episodio di lieve entità, sempre attenti alla sicurezza”

 Contattata da La Repubblica, Ita Airways ha rilasciato una nota ufficiale sul caso: “In merito a quanto accaduto nelle fasi successive all’atterraggio del volo del 2 gennaio 2023 presso l’aeroporto di New York Jfk, Ita Airways comunica di aver attivato le procedure interne per ricostruire le circostanze e, qualora ne ricorrano i presupposti, fornirà totale collaborazione con la massima trasparenza alle Autorità preposte. Nel sottolineare come simili episodi di lieve entità si verifichino non di rado specialmente negli aeroporti molto congestionati soprattutto nella movimentazione a terra come, tra gli altri, New York JFK, Ita Airways dichiara di operare sempre nel rispetto di tutti i requisiti di safety dettati dalle autorità competenti. A tal proposito la Compagnia adotta sempre tutte le necessarie misure e procedure per garantire la massima sicurezza dei propri passeggeri, elaborandole e migliorandole continuamente nell’ottica aeronautica di prevenzione, come fatto anche per il volo in questione”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *