Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Incendio in un capannone al Macrolotto Uno, a fuoco diverse ditte [notiziediprato.it]

Le fiamme sono divampate attorno alle 3.30 in via Gora del Pero. Numerose le squadre dei vigili del fuoco impegnate con supporto anche da Firenze, Pistoia e Lucca. Completamente distrutti quattro pronto moda e una rifinizione, danni in altre quattro aziende

Un grosso incendio è divampato la scorsa notte all’interno di un complesso industriale di 7mila metri quadri in via Gora del Pero, una delle strade principali del Macrolotto 1. L’allarme è stato dato intorno alle 3.30 di martedì 13 settembre. Il rogo si è propagato all’intero capannone che ospita otto pronto moda a conduzione cinese e la rifinizione della Furpile. Sul posto le squadre dei vigili del fuoco del vicino comando provinciale di via Paronese coadiuvate dai colleghi arrivati da Pistoia, Lucca e Firenze. Una quarantina, in tutto, gli uomini impegnati nello spegnimento delle fiamme, intervenuti con una quindicina di mezzi tra autobotti e autoscale. Il primo pensiero è andato all’eventualità che all’interno ci fossero persone. Fortunatamente da subito sono state escluse vittime.

La zona è stata svegliata dalle sirene dei soccorritori che si sono trovati davanti lingue di fuoco altissime che hanno completamente invaso l’immobile. Stando ad un primo bilancio sono quattro i pronto moda distrutti insieme ad una rifinizione: pareti e porzioni di tetto crollate e materiale diventato cenere; altri quattro pronto moda, invece, sono stati seriamente danneggiati. Questi ultimi si trovano in una parte dell’edificio che è stato salvato dal tempestivo intervento dei vigili del fuoco che, arrivati immediatamente in forze, sono riusciti a evitare che le fiamme attaccassero definitivamente anche quell’area. Il calore ha sciolto i lucernari e provocato ingenti danni.

Le fiamme, subito altissime è visibili da lontano insieme a una colonna di fumo nero, si sono sviluppate nel centro dell’edificio che è di proprietà italiana. “Avevamo appena finito di sistemare e pagare l’antincendio. – spiega una cinese che lavora in una delle ditte distrutte dalle fiamme – Come è possibile che sia successo questo? Dentro c’era tutta la merce da vendere per la stagione autunnale e ora è solo una montagna di debiti”.

Ancora presto per stabilire le cause che hanno originato il rogo. A metà mattina sono arrivati i vigili del fuoco di polizia giudiziaria per l’acquisizione dei primi elementi utili ad avviare le indagini. In particolare, si tratta di avere a disposizione ciò che può essere tratto da un primissimo sopralluogo, oltre a ricostruire l’identità dei pronto moda quanto ai titolari e del capannone relativamente alla proprietà.
I vigili del fuoco hanno dichiarato l’incendio sotto controllo poco dopo le 11. Sono in corso le operazioni di smassamento e spegnimento. Rimane in azione il “trypper”, un mezzo cingolato teleguidato, che eroga acqua e permette la tutela dell’operatore per avvicinarsi e/o entrare all’interno dell’edificio coinvolto dall’incendio. 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *