Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Incendio in Fipili, brucia la vegetazione: strada avvolta dal fumo

Livorno, 3 agosto 2022 – Continua la piaga incendi in questa estate 2022 in Toscana. Un maxi rogo ha interessato la vegetazione a lato della Firenze Pisa Livorno. Gli scatti e il video che vedete si riferiscono a quanto accaduto all’altezza di Livorno Interporto, in direzione mare. Le sterpaglie e i canneti che si trovano a margine della strada hanno iniziato a bruciare. Un incendio violento, che ha impegnato sette automezzi e 23 vigili del fuoco del comando di Livorno. 

La Fipili è stata in breve invasa dal fumo, che si è alzato sulla zona e che è visibile anche da Livorno. Diversi problemi per la circolazione, mentre i vigili del fuoco e le squadre antincendio sono subito intervenute per iniziare l’opera di spegnimento. Il tratto dell’Interporto è stato chiuso. E questo ha provocato molti disagi soprattutto ai tanti camionisti che percorrono il tratto e che sono diretti al porto di Livorno. Squadre della Protezione Civile hanno fornito acqua agli automobilisti che si sono trovati bloccati nella cosa che si è formata per effetto della chiusura. 

L'incendio sulla Fipili: vegetazione in cenere e disagi per il traffico / FOTO
L'incendio sulla Fipili: vegetazione in cenere e disagi per il traffico / FOTO

Intanto sono intervenuti anche due elicotteri per lo spegnimento. Il vento di terra che spinge il fuoco ha fatto preoccupare le forze di Protezione Civile, per questo il lavoro delle squadre e degli elicotteri continua senza sosta. 

L’incendio si è poi esteso lambendo anche la strada interna, che porta a Guasticce. Si è temuto anche per un maneggio, l’Oasi del Cavaliere, ma poi il fuoco ha cambiato direzione. Ed è proprio questo il problema, il conitnuo cambio di direzione delle fiamme a causa del vento. 

I cavalli del maneggio minacciato dal fuoco (Novi)
I cavalli del maneggio minacciato dal fuoco (Novi)

Per quanto riguarda il traffico, è stata riaperta la strada provinciale 555 Guasticce Stagno. Ma le operazioni di spegnimento sono proseguite. E si sono concentrate in particolare sulla messa in sicurezza di un impianto di produzione di cippato, la biomassa derivata dal legno che viene impiegata in molteplici usi e del fosso dell’Acqua Salsa lato Guasticce. 

 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *