Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il Real risponde all’Atletico: 2-0 all’Osasuna. Zidane sempre a -2 dal primo posto

I Blancos vincono con i gol di Militao e Casemiro replicando al successo di misura dei Colchoneros. Invariato il distacco in vetta, domani tocca al Barcellona e lunedì al Siviglia

Il Real Madrid resta aggrappato al treno della Liga con le unghie. Per piegare la resistenza dell’Osasuna ci vuole più di un’ora abbondante, ma alla fine i Blancos fanno bottino pieno rispondendo ai “cugini” rojibancos, che nel pomeriggio hanno confermato il primato vincendo di misura a Elche. Ad allietare la serata di Zizou sono due guizzi di Militao e Casemiro, che consentono ai madrileni di restare a due lunghezze di distanza dall’Atletico a una settimana dalla delicata sfida contro il Siviglia.

NIENTE CALCOLI

—  

Chi pensava a uno Zidane già proiettato verso la sfida con il Chelsea è stato smentito sin dall’annuncio dell’undici iniziale. Oltre a Ramos (nemmeno convocato nonostante sia tornato ad allenarsi in gruppo), il tecnico francese infatti risparmia solo la coppia Modric-Kroos puntando ancora una volta sul canterano Blanco, ma in attacco c’è tutto l’arsenale a disposizione con le sue principali punte di diamante: Asensio, Vinicius e Hazard dietro a Benzema, con i riflettori logicamente puntati sul belga. La voglia non manca, difatti è da lui che arrivano i primi due squilli di un Real pimpante e intenzionato e chiudere presto la pratica. Fosse per l’impegno, con ben 13 tiri nei primi 45′, i Blancos liquiderebbero i navarri prima del riposo. A impedirlo ci pensa soprattutto un ottimo Herrera, che si supera su Hazard al 25′ e due volte su Militao.

UNO-DUE BRASILIANO

—  

Certo, occasionalmente ai Blancos capita anche di tremare, come sul velenoso tiro-cross di Sanchez al 23′ o sul gol annullato ad Avila al 46′ per fuorigioco. Ma i madrileni sono padroni del campo e il quartetto là davanti sembra in palla, a partire proprio da Hazard (in campo fino al 72′). Il problema è la scarsa benzina nelle gambe che costringe il Real ad abbassare il ritmo dopo il 60′ facilitando il compito dell’ermetica difesa ospite. L’ingresso di Rodrygo al 65′ sembra buono per dare la scossa necessaria a una squadra che fatica sempre più a trovare spazi per andare al tiro, ma a piazzare la zampata che toglie sbroglia la matassa è Militao. Al quinto tentativo della serata, al 76′, il centrale brasiliano buca Herrera con un preciso colpo di testa su calcio d’angolo e ridà ossigeno a Zizou, che può liberare l’esultanza a bordo campo. Altri 4′ e arriva anche il gol della sicurezza, frutto della premiata ditta Benzema-Casemiro: il francese sfonda centralmente, imbucata per il brasiliano e facile raddoppio che chiude i giochi.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *