Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il primo SUV a idrogeno di BMW

Non solo Toyota e Renault. Sul carro dell’idrogeno sale ufficialmente anche BMW, che ha approfittato del palcoscenico del Salone di Monaco per togliere i veli dall’iX5 Hydrogen. Il SUV, realizzato proprio in collaborazione con il costruttore nipponico, consente alla casa bavarese di esplicitare a chiare lettere quale sarà la strada da seguire per la mobilità del futuro.

L’elettrico, sostengono dalle parti di Monaco di Baviera, non è la sola alternativa ai motori a combustione interna. Le batterie, infatti, hanno mostrato di essere più efficienti con auto di piccola e media taglia, mentre per le auto di grandi dimensioni – come i SUV, per l’appunto – i motori spinti a idrogeno sono la scelta ideale. E nel corso del Salone di Monaco, dove ha mostrato anche quella che sarà l’auto del futuro, ha voluto dare un assaggio

Per dimostrarlo, gli ingegneri della casa bavarese hanno così realizzato un veicolo a idrogeno che non ha nulla da invidiare né alla versione endotermica né, tanto meno, a quella elettrica. Sotto il cofano troviamo lo stesso propulsore montato dall’iX3 full electric, solo che in questo caso viene alimentato dalle celle a combustione anziché dal battery pack.

BMW iX5 Hydrogen è il primo SUV a celle di combustibile della casa bavarese

Nel corso del Salone di Monaco 2021, BMW ha tolto i veli dall’iX5 Hydrogen, SUV a trazione elettrica e alimentato da celle di combustibile.

Il sistema di alimentazione, nello specifico, è in grado di contenere fino a 6 chilogrammi di idrogeno, capaci di garantire un’autonomia di circa 500 chilometri (più o meno la stessa distanza che può essere percorsa dalla Toyota Mirai, la berlina a idrogeno della casa giapponese). Per il “pieno”, invece, sarebbero necessari non più di cinque minuti d’attesa. Anche sul fronte delle prestazioni, la BMW iX5 Hydrogen ha tutte le carte in regola per stupire: con i suoi 374 cavalli di potenza, il SUV a celle di combustibile della casa bavarese saprà accontentare anche i palati più raffinati.

Sul fronte estetico le modifiche si limitano ai nuovi cerchi in lega da 22”, le prese d’aria e la mascherina frontale, ridisegnata per migliorare il coefficiente aerodinamico del veicolo. Non mancano, inoltre, alcuni dettagli di color azzurro per impreziosire l’estetica della BMW iX5 Hydrogen.

Sul prezzo vige ancora il più stretto riserbo, trattandosi di un modello non ancora in commercio. Facile aspettarsi, però, che possa aggirarsi attorno agli 80 mila euro, se non addirittura più in alto. C’è da dire, però, che la BMW iX5 Hydrogen non potrà essere acquistata in concessionario. Si tratta, infatti, di un modello che verrà realizzato solo su richiesta, facendo probabilmente lievitare tempi di attesa e costi.

Fonte: motori.virgilio.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *