Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Il paradiso dello sport a Villa Chiaviche”

di Luca Ravaglia

Ci saranno il prato fiorito, uno specchio d’acqua e gli alberi. Ma soprattutto ci saranno un nuovo edificio e tutte le attrezzature funzionali a disposizione di chi pratica sport. Dal calcio, al basket, al volley e all’automodellismo , passando per il baseball e lo skate.

Il nuovo polo in procinto di sorgere a Villa Chiaviche nell’ambito del progetto Cesena Sport City promette di soddisfare le più alte aspettative degli abitanti del quartiere ma non solo, dal momento che in via Arzignano è destinata a sorgere una delle realtà di punta che si promettono di fare da cartina di tornasole al nuovo modello di impiantistica sportiva cesenate, affiancando altre aree cittadine, a partire da quelle dell’Ippodromo e di Case Finali.

A far spingere sull’acceleratore della realizzazione dell’opera sono stati i contributi concessi dal Pnrr, che nel caso specifico ammontano a due milioni e mezzo di euro, con l’aggiunta dei circa 200mila euro relativi alla progettazione assegnati tramite ‘Italia City Branding’ e un milione e 100milaeuro messi a disposizione dall’amministrazione comunale. Il totale fa 3 milioni e 800mila euro, una cifra importantissima attraverso la quale Palazzo Albornoz conta di effettuare un intervento ad ampio raggio, che comprenderà la piantumazione di un bosco di circa un ettaro con 350 piante autoctone, un piccolo specchio d’acqua e duemila metri quadrati di prato fiorito, oltre a un percorso ciclopedonale.

“La progettazione – hanno commentato il sindaco Enzo Lattuca e l’assessore allo sport e ai lavori pubblici Christian Castorri, ieri a Villa Chiaviche insieme al presidente del quartiere Cervese Sud Diego Paglierani – risponde agli obiettivi sostenibili dell’Agenda 2030. All’interno dell’area sono previsti impianti sportivi e aree a playground per bambini, progettati con dune d’erba naturali, al fine di creare una relazione diretta tra l’uomo e la natura”. A seguito dell’ottenimento del finanziamento ministeriale, il settore dei lavori pubblici procederà con l’affidamento dei lavori entro marzo 2023 e il collaudo di tutte le strutture a gennaio 2026.

“I tempi sono strettissimi , ma riusciremo comunque a rispettarli perché fortunatamente avevamo il progetto già ben definito in mano. Così potremo passare in fretta ai fatti”. Quelli che permetteranno di realizzare anche un nuovo edificio, che ospiterà un campo polivalente di 25 metri per 15 da destinare a pallavolo, minibasket e palestra, un bar e quattro spogliatoi per gli atleti e due per gli istruttori. Ci sarà anche una ulteriore palestra, alla quale si aggiungeranno uffici amministrativi, una hall e la reception. All’esterno nasceranno anche un campo di calcio a sette e uno polivalente per basket e volley, che affiancheranno quelli già presenti da calcio a 11 e baseball, all’area skate e alla pista di automodellismo.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *