Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il padre dei fratelli Bianchi aggredisce cameraman de La Vita in Diretta

Redazione 23 settembre 2021 08:37

Ancora una una aggressione contro i giornalisti. Questa volta a farne le spese è stato un operatore della trasmissione di Rai Uno ‘La vita in diretta’, colpito con un calcio ed un pugno nel pomeriggio di mercoledì ad Artena, fra Roma e Frosinone, dal padre di Marco e Gabriele Bianchi, detenuti in carcere accusati di omicidio volontario per la morte di Willy Monteiro Duarte il 6 settembre dello scorso anno a Colleferro.

La troupe de ‘La vita in diretta’ era andata ad Artena per chiedere contezza della frase pronunciata dalla madre dei due fratelli Bianchi che avrebbe detto: “Lo hanno messo in prima pagina manco fosse morta la regina”, riferendosi a Willy. Una frase che ha indignato molti. La giornalista ed il cameraman erano fuori dai cancelli della villa che riportava le lettere F B: Famiglia Bianchi. La situazione si è scaldata quando la donna di casa Bianchi, ripresa, ha attirato l’attenzione del marito. 

Raggiunto in strada da Bianchi, il cameraman che lo ha preso a calci e pugni. I due si sono quindi allontanati, e l’operatore si è fatto medicare al pronto soccorso dell’ospedale di Frosinone da dove è stato poi dimesso con tre giorni di prognosi. Il breve servizio si è quindi concluso con l’uomo che continuava a inveire contro la troupe, prima di rientrare in casa.  

L’inferno in carcere per gli assassini di Willy: sputi, botte e minacce per i fratelli Bianchi

la vita in diretta1-2

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *