Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il miraggio delle 500mila vaccinazioni al giorno: il piano Figliuolo resta fantasia

Mentre la diminuzione dei nuovi casi di Covid in Italia è dovuto al crollo dei tamponi fatti (-50% le persone testate, ndr) desta particolare preoccupazione la situazione della campagna vaccinale dopo le nuove limitazioni imposte al farmaco prodotto da Astrazeneca. 

L’obiettivo delle 500mila vaccinazioni al giorno per ora resta un miraggio: tra tagli alle forniture, il temporaneo stop ad AstraZeneca e consegne trimestrali ‘last minute’ i numeri di marzo sono lontani dagli obiettivi del piano Figliuolo, che prevedeva di raggiungere 210mila somministrazioni al giorno a metà marzo e 300mila entro il 23 marzo. E soprattutto le 500mila somministrazioni al giorno dal 15 aprile.

Come mette in evidenza rimarca la Fondazione Gimbe in un report aggiornato al 7 aprile:

  • sono state consegnate alle Regioni l’89,3% delle dosi di vaccino anti-Covid previste per il 1° trimestre 2021;
  • hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose appena 3.593.223 milioni di persone, il 6% della popolazione, con notevoli differenze regionali: dal 7,7% del Piemonte al 4,7% di Campania e Sardegna.
  • le somministrazioni giornaliere sono lontane dagli obiettivi del piano Figliuolo ovvero 210.000 somministrazioni al giorno a metà marzo e 300.000 entro il 23 marzo. E soprattutto le 500.000 somministrazioni al giorno dal 15 aprile.

vaccini somministrazioni-2

Quali sono le cause di questo rallentamento? Se risultano consegnati quasi il 90% dei vaccini attes va ricordato che la prima versione del Piano vaccinale prevedeva oltre il doppio delle dosi, ben 28,3 milioni. 

Secondo l’analisi del report inoltre quasi un terzo delle forniture relative al primo trimestre (4,37 milioni di dosi) è stato consegnato nelle ultime 2 settimane. Con una simile distribuzione, nei prossimi mesi l’obiettivo dei 500mila vaccini al giorno rischia di essere disatteso, anche se il ‘portafoglio vaccini’ del secondo trimestre prevede sulla carta 52,5 milioni di dosi, di cui oltre 1,5 milioni già consegnate da Pfizer. Inoltre, nel periodo 1 marzo-6 aprile sono state somministrate in media 193.021 dosi al giorno con un vero e proprio tracollo nei giorni festivi.

Secondo il report al 7 aprile inoltre risultano: 

  • Degli oltre 4,4 milioni di over 80 appena 1.627.429 (36,8%) hanno completato il ciclo vaccinale e 1.264.690 (28,6%) hanno ricevuto solo la prima dose

anziani vaccinati-2

  • Nella fascia 70-79 anni degli oltre 5,9 milioni, solo 131.931 (2,2%) hanno completato il ciclo vaccinale e 853.458 (14,3%) hanno ricevuto solo la prima dose, anche in questo caso con rilevanti difformità tra le Regioni.

vaccinazioni over 70-2

Detta in poche parole: no, non sta andando tutto bene. Tanto che oggi il commissario all’emergenza sanitaria Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo ha ritardato ancora una volta l’obiettivo delle 500mila dosi al giorni, fissandolo ” fine Aprile”. Noi qui lo segnamo, e tornernemo a darne conto.

Continua a leggere su Today.it

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *