Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il mare si mangia tutta la spiaggia. Ed è polemica Comune-Regione

Massa, 29 dicembre 2020 – Emergenza sul litorale apuano: il mare scavalca gli stabilimenti balneari e arriva sulla strada. Ad ogni mareggiata, onda dopo onda, aumenta la paura non solo tra i balneari ma anche tra i vertici dell’amministrazione comunale. Finché non si calma il mare nessuno è in grado di stabilire quanto ha eroso, per adesso una cosa è certa: a Ronchi il mare ha invaso il lungomare e potrebbe mettere a repentaglio anche l’incolumità delle persone. “Siamo in una situazione di somma urgenza – ha commentato Marco Guidi, assessore del comune di Massa alle infrastrutture –. Proprio oggi (ieri per chi legge) ho chiesto alla Regione di intervenire tempestivamente per proteggere gli stabilimenti balneari e impedire al mare di arrivare sulla strada. La risposta: serve un’ ordinanza del presidente della Regione. Invito Eugenio Giani a verificare con i propri occhi la situazione di emergenza in cui versa tutto il litorale massese. Intanto abbiamo preparato con i tecnici un master plan per il tratto Frigido-Lavello che condivideremo con i balneari, ma la costa non può essere analizzata a pezzi”.




Durante la giornata di ieri la preoccupazione tra i balneari era per l’attesa mareggiata della notte, per cui si aspettava l’onda oltre tre metri sotto costa. La mareggiata della scorsa notte intanto, non solo sta divorando metri di arenile specialmente nel tratto di Ronchi Poveromo tra i pennelli 6,7 e 8 (gli ultimi interventi fatti) arrivando sulla strada, ma il mare ha portato con sé cumuli di legna e lavarone e ha sparpagliato i cumuli predisposti dai balneari e in attesa di essere portati via dai trattori. Analizziamo gli 8 chilometri di costa zona per zona e partiamo da ponente. In Partaccia la diga dei tronchi trasportati dal mare copre completamente la spiaggia, frenando anche un po’ la furia del mare. Sembra che la situazione erosiva sia stazionaria, per adesso. A Marina di Massa il mare arriva al bagno Marchini, come sempre, mangiando quel sottile tratto di arenile che speriamo non rimanga un ricordo, mentre a Marina centro sembra che le barriere per adesso reggano i colpi del mare. La vera paura è a levante. A Ronchi il mare ha invaso la strada e i metri che si potrebbero perdere a questa mareggiata si sommano ai circa 50 metri persi dopo le mareggiate precedenti, ossia quella di inizio stagione e quella di fine stagione 2020. A Poveromo il mare sta entrando lasciando degli scalini di qualche metro.




“La situazione è drammatica – ha detto Marco Amorese, delegato di costa del Comune di Massa, che ieri per tutta la giornata ha supervisionato il litorale spalla a spalla con i balneari –. La Regione ha passato anni a pensare senza agire, il problema è sempre più grande ed è a rischio il nostro litorale, gli stabilimenti, il turismo”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *