Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il jingle era quello di Passaparola, ricordate Corrado Beretta? – Lifestyle Blog

Il suo primo singolo è del 1986. Anni ed anni fa. Ne sono passati molti di anni, ma Corrado Beretta non dimentica nulla del passato. “Fashion love” girava bene, come si dice in gergo.

Poi tante manifestazioni canore: a Castrocaro arriva tra i primi dieci finalisti. Viene notato e su Canale5 partecipa ad un concorso per giovani esordienti: si tratta del periodo di Super classifica show, un contest durato un anno quando non esistevano i talent musicali.

Corrado vince cantando una canzone di Baglioni. Anche la Sony Music nota il suo talento nel corso degli anni, ma qualcosa va per il verso storto ed il sogno di Sanremo sfuma.

Nel 2000 arriva la svolta: un produttore modenese, che lo aveva notato, lo contatta per un progetto Dance. “One more time” dei DC2000 e viene programmato su tutte le radio nazionali, terzo in classifica in Spagna. “Mi ha dato la possibilità di fare tre tappe del Festivalbar in Spagna. Che ricordi”, dice Beretta. Poi arriva un altro successo: Dreaming, che sulla forza del singolo precedente spopola ovunque. Il suo più grande successo arriva con “Dire, fare, baciare”: il jingle su cui a Passaparola le Letterine ballavano. “Ci fu anche il Remix di Gabri Ponte”, racconta Corrado Beretta. Che ha sempre creduto nella musica con la sua band di riferimento per la musica dance. “Abbiamo suonato in tutti i locali più importanti del nord, arrivando pure a Montecarlo, Germania e Spagna”. 

Ha rischiato di arrivare a Sanremo, ma l’edizione targata di Baglioni è sfuggita per un soffio. Lo scorso anno ha pubblicato con un rapper di Amici, Jocker, un singolo che s’intitola “Ansia”. Una carriera all’insegna della musica per Mr. Konard, come lo chiamano grazie ai suoi 3 singoli. Ora sogna il ritorno sulle scene. E, chissà, anche in televisione. Magari in qualche reality show. “Ora sono proiettato al mio nuovo album, tutto pop italiano, insieme al io arrangiatore. Il mio obiettivo è pubblicarlo e poi, chi lo saprà, un Sanremo?”, conclude. 

Fonte: lifestyleblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *