Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il guasto tecnico e poi lo sciopero, disagi sulla metro A: “Un sequestro di persona”

Non solo lo sciopero, ma anche il guasto tecnico. Un problema in stazione con ripercussioni su tutta la linea. Ad annunciare l’inizio di una mattinata di disagi gli altoparlanti delle fermate della linea A della metro: “Intervento tecnico alla stazione Ottaviano. I treni potranno subire dei rallentamenti”. Una comunicazione che si è rivelata tale, con gli utenti del servizio di trasporto alle prese con vagoni sovraffollati e fermate infinite. A cui ha poi fatto seguito l’inizio dello sciopero a partire dalle 8:30. 

A raccontare l’odissea di questo venerdì mattina una passeggera salita su un convoglio della linea A alla fermata Furio Camillo per arrivare a Repubblica: “Sette fermate in 43 minuti – sbotta la pendolare -. Un guasto tecnico che dimezza la linea. Quando decidete di iniziare a fare qualcosa per i cittadini/utenti che non siano selfie e demagogia? Fatecelo sapere”. 

Come racconta la viaggiatrice: “Sono salita sulla metro alle 8:10 a Furio Camillo. Subito è arrivato l’annuncio dall’altoparlante e sono cominciati i problemi con i treni fermi in stazione più del solito”. Convogli con le porte aperte: “con la conseguenza che i vagoni si sono riempiti all’inverosimile. Un vero e proprio sequestro di persona”. 

Passeggeri chiusi nella stazione Cornelia

Da Furio Camillo a Cornelia cambia la stazione ma non cambiano i disagi, seppur diversi. A denunciare alcuni passeggeri rimasti bloccati in fermata dopo la “chiusura dei cancelli” della stazione Linda Meleo, capogruppo M5s in assemblea capitolina e già assessore ai trasporti durante la giunta Raggi con un video postato sulla sua pagina facebook. 

“Durante un giorno di sciopero nazionale del trasporto pubblico, diritto importante che deve essere tutelato e protetto, succede che a Roma circa 200 persone rimangono chiuse all’interno della stazione metro A, fermata Cornelia, perché i cancelli sono stati chiusi. Trascorre circa mezz’ora prima che le uscite vengano riaperte. Tutto questo tra le 8.30 e le 9 del mattino – scrive la pentastellata a commento del video -. Un episodio molto grave che ci da indicazione chiara di come sia andato questo primo anno di gestione dell’amministrazione Gualtieri: un disastro. Tra pulizie straordinarie fallimentari, degrado peggiorato ovunque, e verde su ogni marciapiede, mancava anche un “sequestro” all’interno di una stazione metro. Ps: e questo è solo il primo giorno della settimana europea della mobilità sostenibile dell’era Pd”. 

A raccontare l’odissea vissuta alla fermata Cornelia un passeggero, mentre riprende con un video i cancelli chiusi: “Siamo bloccati all’interno della stazione – le parole del passeggero – . Non c’è presidio. Cancelli chiusi serrati”.

Video racconto che prosegue: “Da circa mezz’ora non c’è personale né da un lato né dall’altro. La polizia ci ha detto mezz’ora fa che sarebbero arrivati i vigili del fuoco ad aprire. Evidentemente Gualtieri e la presidente Giuseppetti non solo si sono dimenticati di fare manutenzione alla scale mobili, che sono poco male. Hanno dimenticato i cittadini che tutti i giorni cercano di andare a lavorare e di spostarsi in metro per vivere la loro serenità della vità quotidiana a Roma. Ma forse è più opportuno lasciare le porte chiuse e bloccarli sotto la metro”. 

La nota di Atac

Passeggeri bloccati in stazione in relazione è cui poi arrivata la nota di Atac che in una nota stampa spiega: “In relazione a quanto accaduto questa mattina nella stazione metro A di Cornelia, dove alcune persone sono rimaste bloccate in stazione alcuni minuti per la chiusura dei cancelli, ATAC ha svolto tutti gli accertamenti per ricostruire le dinamiche dell’accaduto e adotterà tutti i provvedimenti necessari verso i responsabili del fatto. ATAC si scusa con i propri clienti”.

Sciopero trasporti a Roma 

Guasto tecnico a cui ha fatto seguito l’inizio dello sciopero. Agitazione di 8 ore proclamata dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Faisa Cisal, Slm Fast Confsal e Orsa Tpl. Il servizio sull’intera rete non sarà garantito dalle ore 8:30 alle ore 16:30. Lo sciopero interessa Atac e le linee periferiche di Roma Tpl. Sulla rete Atac lo sciopero riguarda anche i collegamenti eseguiti da altri operatori in regime di subaffidamento. Il servizio non sarà garantito quindi dalle ore 8.30 alle ore 16.30. Al termine dello sciopero, il servizio sarà riattivato sull’intera rete.
 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *