Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il green pass serve anche ai bambini? Le regole

Il green pass servirà per viaggiare in Italia e all’estero, andare in discoteca e partecipare a matrimoni, battesimi e comunioni. Molti genitori, però, si domandano se anche i bambini dovranno avere la certificazione verde, da che età e quale.

Le regole da tenere a mente sono diverse: per quanto riguarda la possibilità di viaggiare in Europa e Paesi extraeuropei, ogni Stato può stabilire discrezionalmente a partire da quale età sia necessario il tampone (ad esempio da 5 anni in poi in Grecia, 12 in Svizzera e 6 in Germania); mentre sul versante matrimoni e altre cerimonie la certificazione serve dai 2 anni.

Sia per adulti che per bambini, il green pass con tampone negativo ha una durata di 48 ore dall’esecuzione del test. Di seguito una guida per tutti i genitori sul green pass per minori.

Sì, il green pass serve anche ai bambini

Dopo qualche incertezza, il governo ha fatto chiarezza uno dei dubbi più frequenti della certificazione verde, novità introdotta con il decreto Riaperture: anche i bambini devono averlo per viaggiare e prendere parte ai grandi eventi come concerti e cerimonie.

L’età che segna l’obbligatorietà della certificazione è 2 anni. Significa che le famiglie con bambini piccoli potranno partecipare a matrimoni, battesimi e comunioni mostrando il green pass proprio e dei minori a carico.

Per viaggiare, sia in Europa che fuori, il certificato verde si conferma indispensabile per i minorenni, ma l’indicazione circa l’età può cambiare sensibilmente da Paese a Paese:

  • Regno Unito 11 anni;
  • Svizzera 12 anni;
  • Francia 11 anni;
  • Spagna 6 anni;
  • Germania 6 anni;
  • Portogallo 2 anni.

Significa che i genitori di figli minori dovranno presentare alla frontiera degli Stati dove sono diretti un documento dal quale si evinca l’esito negativo del tampone antigenico rapido o molecolare, mentre la vaccinazione è autorizzata dai 16 anni in su.

Green pass bambini: quale tampone fare e quando

Ricapitolando, i bambini con più di 2 anni devono avere il certificato verde per spostarsi in Italia e partecipare insieme ai genitori agli eventi con un gran numero di persone. Per ottenerlo occorre effettuare un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2 (detto comunemente “tampone”) entro le 48 ore precedenti.

In alternativa, il genitore/tutore dovrà provare la guarigione del minore dal Covid-19 con cessazione dell’isolamento; tale certificazione ha una durata di 6 mesi dalla guarigione ed è rilasciata – su richiesta dell’interessato – dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero oppure dai medici di medicina generale e, per i più piccoli, dai pediatri di libera scelta.

Quanto costa il green pass per bambini

Il green pass non è altro che il documento che attesta l’effettuazione del tampone o, per gli adulti, del vaccino e il suo rilascio non è soggetto a costi. Ciò che costa è il tampone: dai 60 ai 100 euro per quello molecolare e da 30 a 40 euro per il test rapido antigenico disponibile in farmacia.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *