Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il dito medio delle Farfalle della ritmica

Scattata durante le feste natalizie, questa poco edificante immagine ritrae le atlete della nazionale di ginnastica ritmica e alcuni loro amici e parenti riuniti attorno a un tavolo. Tutti guardano all’obiettivo, tutti con il dito medio alzato. Si rivolgono forse alle loro ex compagne di squadra – le azzurre Anna Basta, Nina Corradini e Giulia Galtarossa – che nei mesi scorsi hanno raccontato gli abusi e le violenze subite durante gli anni di allenamento con Emanuela Maccarani?

La medagliatissima direttrice tecnica della Nazionale, deferita dalla giustizia sportiva e indagata dalla procura di Monza, nei giorni scorsi ha incassato il sostegno di un pezzo del suo mondo, con striscioni e anche una raccolta di firme pubblicata su Change.org. E dalla sua parte stanno anche le atlete e la loro capitana, Alessia Maurelli, che ieri con un appello via Instagram ha scritto: «Non chiamateci più Farfalle».

In questa poco simpatica posa leggiadre non sono, ma a chi è rivolto il dito medio? La fotografia è stata pubblicata – e poi rimossa – sulla pagina Facebook di Change the Game, l’associazione che ha aiutato le ragazze a denunciare e ha raccolto un dossier con oltre 200 testimonianze di abusi nel mondo della ritmica.

La foto è circolata molto in fretta sulle chat delle tecniche lombarde. E in fretta è arrivata anche alle ragazze che hanno deciso di raccontare la loro storia. Che l’hanno interpretata come le ultime destinatarie del gesto. Insieme a una valanga di messaggi pieni d’odio e di minacce. «Siete solo delle persone senza scrupoli e state cercando di rovinare un mondo bellissimo con le vostre *** – si legge in uno dei messaggi rivolti all’associazione –. Voi e quelle due poco di buono». 

«Le ragazze si sono sentite offese, sono addolorate. È normale che si sentano le destinatarie di questo messaggio. Abbiamo pubblicato, ma poco dopo l’abbiamo rimossa – spiega Daniela Simonetti, la presidente di Change the Game  -. Troppi messaggi d’odio. Stiamo raccogliendo gli screenshot, presenteremo un dossier al presidente della Fgi Tecchi».  

“Non siamo più farfalle”

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *