Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il diciannovesimo Rally di Scorzè scalda i motori

A pochi giorni dal via, il diciannovesimo Rally di Scorzè scalda i motori. Nei giorni scorsi si sono chiuse le iscrizioni: la gara in programma venerdì 5 e sabato 6 agosto, sulle strade a cavallo tra le province di Venezia, Padova e Treviso, vedrà al via 86 equipaggi. Adriano Lovisetto, alla ricerca della quaterna, sarà l’uomo da battere. Uno schieramento nutriti di contendenti però gli darà filo da torcere a partire da Fabio Callegaro, primo fino a metà gara nel 2021, Gianpaolo Bizzotto già 3 volte a podio a Scorzè, per finire con i vari Tomasso, Bravi e De Cecco sempre molto veloci.

L’evento motoristico di Scorzè, valido per Coppa Aci sport di zona, Campionato Alpe Adria rally cup, Trofeo Michelin 2022, Trofeo Aci Vicenza, R Italian trophy, Trofeo Pirelli-Accademia 2022, si svolgerà seguendo un ricco programma. Si inizia giovedì 4 agosto con l’arrivo degli equipaggi a Scorzè e l’effettuazione delle ricognizioni autorizzate; si prosegue venerdì 5 agosto con le verifiche sportive e tecniche, lo Shakedown e l’effettuazione della superprova speciale in notturna, ingresso dalle 19 (parcheggio entro le 20.30). Sabato 6 agosto si effettueranno altre 9 Prove speciali. La festa del podio, alle 21.30 di sabato, concluderà il week end di gara. 

Tra le novità più attese, il ritorno, dopo 3 anni di stop, della Superspeciale in notturna nella Ex base missilistica di Peseggia, con un percorso rivisto. La prova di 2,550 km, modificata e corretta sotto la sapiente regia di Simone Scattolin, si snoda tra stradine tortuose, curve veloci, allunghi mozzafiato e inversioni; sicuramente una grande sfida per i piloti e puro divertimento per gli spettatori. Dopo la Superprova Speciale del venerdì, seguiranno 9 Prove speciali al sabato che portano così ad avere oltre 60 km di gare su fondo asfaltato.

“Sarà un evento spettacolare – assicura il presidente dell’A.S.D. Scorzè Corse, Daniele Codato – reso possibile da un gruppo di appassionati di rally che dedicano ogni anno tempo ed energie per la buona riuscita della competizione. A loro, ai nostri partner istituzionali, agli sponsor e ai tanti volontari che ci supportano voglio rinnovare il mio grazie: senza di loro il Rally di Scorzè non sarebbe possibile, soprattutto in tempi in cui organizzare eventi come questi è sempre più complicato”.

Tra i partner istituzionali, confermata la presenza di Ac Venezia. “Il Rally di Scorzè – commenta il presidente, Giorgio Capuis – è il nostro fiore all’occhiello. Una manifestazione, che si appresta nel 2023 a celebrare i 20 anni di vita, curata in ogni minimo dettaglio, per assicurare emozioni e brividi della velocità senza mai perdere di vista la sicurezza. Uno spettacolo per i tanti appassionati che avranno modo di scaldare i loro cuori seguendo le prove dei loro beniamini”. 

Sul sito rallydiscorze.it è possibile consultare il programma delle gare e anche trovare tutte le informazioni utili sulle chiusure strade. “Il successo del nostro evento – conclude il presidente Codato – si deve anche alla collaborazione di tante persone, tra queste anche i cittadini che vivono lungo i percorsi delle prove speciale che condividono lo spirito della nostra manifestazione”.

Si rinnova il sodalizio con l’Ail, associazione italiana contro le leucemie: in piazza e all’entrata della Superspeciale della Base sarà  presente lo stand per raccogliere le donazioni e mettere in vendita le magliette “Rosse AIL – Rally Città di Scorzè” con la nuova grafica dedicata per promuovere l’evento. L’intero ricavato sarà devoluto all’associazione.

credits foto rallydiscorze.it

Fonte: ilnuovoterraglio.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *