Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il Comune tende la mano allo sport: spazi all’aperto concessi gratuitamente

follonica. A Follonica gli spazi pubblici sono stati messi a disposizione gratuitamente per l’esercizio delle attività sportive: la novità interessa i proprietari delle palestre e le società sportive che in zona gialla e arancione potranno organizzare attività all’aria aperta in modo gratuito.

L’idea arriva dalla giunta follonichese che in questo modo ha voluto tendere una mano al settore sportivo duramente colpito dalla pandemia. Un modo per dare un segno di solidarietà alle tante realtà sportive del territorio che hanno risentito pesantemente della chiusura delle palestre e degli impianti sportivi. La volontà è quella di permettere di sfruttare al meglio gli spazi aperti nei dintorni delle palestre e dei centri sportivi ma l’attività motoria all’aperto sarà consentita anche nelle aree attrezzate dei parchi pubblici, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e senza creare assembramenti.

Il tutto senza ulteriori oneri a carico degli organizzatori che in passato avrebbero dovuto versare un canone per l’occupazione del suolo pubblico. «In un momento comune questo di forti limitazioni abbiamo voluto dare un segno al mondo dello sport – dice il sindaco Andrea Benini – sappiamo che questo settore è tra quelli che più hanno sofferto a causa della pandemia. Abbiamo quindi voluto mettere a disposizione gli spazi pubblici che potranno essere sfruttati non appena usciremo dalla zona rossa. Ci auguriamo che la nostra offerta possa aiutare le varie attività sportive del nostro Comune che in questo modo potranno tornare a svolgere qualche attività».

Gli operatori dello sport interessati sono tenuti a far pervenire una comunicazione formale al settore sport del Comune di Follonica tramite una Pec da indirizzare all’ente, utilizzando il modello che è stato predisposto. Nelle aree pubbliche interessate non potranno essere collocate installazioni permanenti e le attrezzature mobili e temporanee dovranno essere rimosse al momento in cui l’attività terminerà. Gli organizzatori devono assicurare il rispetto dei protocolli nazionali e regionali previsti per l’esercizio delle attività e dovrà essere privilegiata la scelta di aree poste nelle vicinanze delle palestre o dei centri sportivi. Tutte le informazioni si possono trovare sul sito web dell’ente. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: iltirreno.gelocal.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *