Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il ballo dei debuttanti: le nuove discipline olimpiche

La sua qualificazione resterà nella storia. Al di là di quello che riuscirà a ottenere a Tokyo, Asia Lanzi è l’atleta che ha conquistato il pass numero 300 dell’Italia per i Giochi. Nata a Bologna e residente a Cento (Ferrara) il primo amore della 19enne è stato lo snowboard. Con la tavola sulla neve ha iniziato a 4 anni ma a 6 ha scoperto lo skate e non lo ha lasciato più. Quattro volte alla settimana in pista, tre in palestra. Il piano settimanale d’allenamento non fa sconti ma i risultati danno ragione alla testardaggine di Asia che può far parte del contingente dello skate per la prima volta alle Olimpiadi con anche ambizioni di medaglia. “Quella dei Giochi l’ho sempre vissuta come una grande opportunità, basti pensare a tutte le skate school nate anche in Italia in questi mesi. Non tutti, però, la pensano così, qualcuno vede nell’Olimpiade il rischio di perdere un’identità. Ma per me lo skate resterà sempre lo skate”, racconta Asia che ancora fatica a metabolizzare la notizia. “Fin quando non sarò in gara là non ci credo. È sempre stato il mio sogno, devo ancora metabolizzare bene che potrebbe accadere”, aveva detto una settimana fa alla vigilia delle gare decisive.Lo skateboard è uno sport nato per strada con i ragazzi che amano l’emozione del brivido. Le prime tracce risalgono ai decenni successivi alla Seconda Guerra Mondiale. In California i surfisti volevano una tavola che gli permettesse di divertirsi su strada anche quando le onde del mare erano piatte. Con il tempo e i progressi della meccanica, lo skate diventò una vera e propria disciplina. “È bellissimo, spettacolare. Ci sono due specialità olimpiche, street e park. Io faccio lo street: ricreano ringhiere, scalinate, muretti. Tutto un percorso. C’è una giuria che dà un punteggio in base a diversi fattori. Conta l’abilità e anche la velocità. E’ molto bello”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *