Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Il 20 settembre è la Giornata internazionale degli sport universitari

Sport e studio. Due attività che spesso sembrano inconciliabili, quasi in antitesi l’una con l’altra, ma che in realtà sono più che fattibili. Per questo dal 2016 è istituita la Giornata internazionale degli sport universitari che cade ogni 20 settembre.

Educazione fisica e università

Proclamata e riconosciuta ufficialmente dall’UNESCO e dalla FISU (Federazione Internazionale degli Sport Universitari), la giornata intende sottolineare il ruolo cruciale delle università nelle abitudini all’attività fisica e allo sport finalizzati alla creazione delle capacità che definiscono uno stile di vita sano, così come cittadini sicuri e socialmente responsabili.

L’università è il luogo formativo per eccellenza in cui accrescere il proprio patrimonio culturale e capacità cognitive. Ma è anche un luogo che contribuisce al benessere generale della persona, e l’educazione fisica e lo sport necessariamente ne devono far parte per raggiungerlo.

Inutile dire che l’attività fisica ha tantissimi benefici sulle prestazioni cognitive. Lo sport migliora la concentrazione, diminuisce i livelli di ansia e stress e abbassa i livelli di cortisolo – l’ormone dello stress – e aumenta le endorfine – i cosiddetti ormoni del benessere.

L’impegno di eCampus  

Da sempre eCampus riconosce l’importanza dello sport anche nell’università. In questo senso, il rettore Enzo Siviero ha dichiarato: “Il nostro Ateneo è molto attento a dare il giusto supporto agli studenti che possono così contemperare studio e impegni personali”.

Non è un caso quindi che il nostro Ateneo è stato scelto da numerosi atleti italiani. Tra loro abbiamo le  Farfalle della ginnastica ritmica Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Daniela Mugurean e Laura Paris, tutte studentesse di Scienze della Comunicazione, Scienze Motorie e Ingegneria Industriale. Restando nell’atletica, Elena Vallortigara (bronzo nei Mondiali di atletica) si è laureata in Scienze e tecniche psicologiche presso l’Università eCampus. La pallavolista Paola Egonu, invece, è iscritta al corso di laurea in Psicoeconomia.

Diversi sono i percorsi di studio incentrati sullo sport previsti dall’offerta formativa dell’Ateneo: il corso di laurea triennale in Scienze delle attività motorie e sportive, l’innovativa laurea triennale in Sport and Football management, il master di I livello Specialista della formazione fisica per i settori giovanili ed il master in Teoria e metodologia dell’allenamento nel calcio.

Fonte: blog.uniecampus.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *