Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ibrahimovic: “Mi sento giovane. Sono al Milan per aiutare, non per fare tutto io”

Mi sento giovane. E sono al Milan per aiutare in tutti i modi, non ho l’ego di voler fare tutto io”. Parole di Zlatan Ibrahimovic, rilasciate a Milan TV, per il format “On the pitch” dedicato agli assist. Lo svedese detiene il record di assist più “anziano” nella storia del Milan, fornito a 41 anni. “E’ un record per vecchietti e io mi sento giovane -le parole di Ibra- Ma è bello. Importante per me è vincere la partita, io faccio di tutto per aiutare, lo poi lo faccio da vecchio va bene”. Zlatan ha raccontato di aver pensato al Milan già ai tempi in cui era in Olanda: “Già ai tempi in cui giocavo nell’Ajax il Milan era incredibile, tutti volevano giocarci, per via dei grandi giocatori che c’erano e per tutto quanto vincevano”. 

Ibra: “Voglio dare tutto e aiutare i compagni”

L’attaccante ha proseguito con parole che non sembrano nemmeno quelle del solito Ibrahimovic: “Io voglio aiutare in tutti i modi, non ho l’ego di voler fare tutto io. Sono al Milan per dare tutto e aiutare i compagni a migliorare, avere successo e capire cosa facciamo: è un sacrificio, un lavoro e un impegno per vincere, non lo facciamo per perdere tempo”. Quindi una curiosità sui compagni più giovani come Leao e Tonali, a cui Ibra ha rivelato di chiedere spesso: “Ma se sei davanti al portiere con un compagno, segni o fai l’assist? Se dicono che fanno gol, allora rispondo che con me difficilmente giocheranno. L’assist vale un gol, è quella la giusta mentalità. Poi ci sono altri che puntano solo al gol ma per me così non godi uguale, non sei completo come se porti un compagno al tuo livello”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *