Viva Italia

Informazione libera e indipendente

I valori dello sport: Bersaglieri campioni


Svelati i vincitori del concorso “Disegna a fumetti la carta etica dello sport”, sono stati premiati dai Bersaglieri testimonial d’eccezione dell’iniziativa. Il concorso, che ha visti impegnati gli istituti secondari di primo e secondo grado e gli atleti tesserati di associazioni sportive venete affiliate a federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e enti di promozione sportiva del Coni e del Cip, si basava sulla realizzazione di un fumetto e di un logo per evidenziare i valori dello sport. La premiazione si è svolta online, ma è comunque stato un momento emozionante per i…

Svelati i vincitori del concorso “Disegna a fumetti la carta etica dello sport”, sono stati premiati dai Bersaglieri testimonial d’eccezione dell’iniziativa. Il concorso, che ha visti impegnati gli istituti secondari di primo e secondo grado e gli atleti tesserati di associazioni sportive venete affiliate a federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e enti di promozione sportiva del Coni e del Cip, si basava sulla realizzazione di un fumetto e di un logo per evidenziare i valori dello sport. La premiazione si è svolta online, ma è comunque stato un momento emozionante per i partecipanti. Il concorso lanciato a giugno 2019 da Regione del Veneto, in collaborazione con Miur e Unpli Veneto. L’obiettivo era quello di interrogare i ragazzi sui principi della carta etica dello sport, documento frutto della legge regionale del 2015, basato sui principi di solidarietà, rispetto, inclusione e lealtà. 446 i progetti presentati da ben 73 istituti scolastici e 19 associazioni sportive. E non solo fumetti: la sfida era anche quella di creare un simbolo grafico in grado di far comprendere i valori che devono sempre alla base di ogni sport e che ha ottenuto ben 374 proposte da 41 istituti scolastici e 21 associazioni sportive. “Una edizione straordinaria – ha commentato l’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari – che ha visto la presenza di tante proposte, nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Vogliamo che sempre più i ragazzi possano aderire a questo progetto, per riflettere sulla fondamentale importanza dei valori nello sport”. “È un orgoglio – ha proseguito Francesco Zambelli, presidente del Rugby Rovigo Delta – essere scelti come testimonial di questo evento regionale. Il nostro impegno è soprattutto nei confronti dei giovani e dei giovanissimi per farli diventare non solo veri sportivi ma soprattutto persone che sostengono i propri compagni e la propria società”. Erika Alberghini, assessore allo sport del Comune di Rovigo, ha invece evidenziato come sia significativo trovarsi in una sede simbolica come il Battaglini. Monica Magnone, Miur-USR Veneto, ha voluto sottolineare come la Carta etica sia un prezioso strumento educativo. “Una soddisfazione – ha proseguito Giovanni Follador, presidente Unpli Veneto – vedere l’impegno dei ragazzi. Qui non ci sono vincitori perché già partecipare è una vittoria”. Per quanto riguarda i fumetti, i primi premi, del valore di 1000 euro, sono andati alla scuola secondaria Tiepolo di Massanzago con il fumetto “Sport anche fuori dal campo”, alla scuola secondaria di secondo grado Iis Einaudi-Scarpa di Montebelluna con “Il coraggio di rialzarsi”, all’Asd Riviera Scherma di Mestre con “D’Artagnan”. La scuola vincitrice del logo, invece, è stato il Liceo artistico Munari di Vittorio Veneto. Tra le rodigine, un secondo premio, dal valore di 700 euro, è andato ad Asd Hakuna Matata di Villamarzana per il fumetto dal titolo “Nino e il suo sogno”. Menzione speciale alla asd La Vittoriosa calcio di Occhiobello per il fumetto “La carta etica dello sport”.

Giorgia Brandolese

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *