Viva Italia

Informazione libera e indipendente

I tifosi della Unahotels scaldano i motori

REGGIO EMILIA. «Godiamoci anche questa».
Anche se il pronostico lascia poco spazio alle speranze della Unahotels di superare i quarti di finale dei playoff scudetto, tanti sostenitori biancorossi si stanno già attivando per gustarsi dal vivo Gara 3 della serie con l’Olimpia, quella in programma giovedì 19 maggio.

A oggi, è l’unica gara che di certo Reggio giocherà nel proprio campo casalingo, la Unipol Arena di Casalecchio di Reno, anche se chiaramente la speranza diffusa è che si possa approdare anche a una Gara 4 e magari a un ritorno a Milano per la bella.

Difficile immaginare, e tanto meno affermarlo pubblicamente, un cappotto a favore della Unahotels, anche se nelle chat dei sostenitori, nei ritrovi e pure nei gruppi social i calcoli e le speranze sono diventate una piacevole costante, in attesa del ritorno in campo.

I gruppi di tifosi a ogni modo si stanno già mobilitando cercando di mettersi avanti sia per il trasporto, sfruttando le tante promozioni attivate come già in occasione della semifinale e della finale di Fiba Europe Cup, sia magari per strappare qualche ora di permesso, o al giovedì sera o al venerdì mattina, per poter partecipare alla partita senza troppi pensieri di orario.

La data non è delle più felici, da questo punto di vista, un match serale infrasettimanale a 80 chilometri dalla città non il massimo degli incentivi, proprio per questo la Pallacanestro Reggiana ha messo in campo diversi incentivi, a partire dal trasporto gratuito con la navetta per chi acquista il biglietto.
I viaggi collettivi prenderanno tre strade: il classico giro dal centro commerciale Ariosto al palazzetto, i pullman speciali per le scuole superiori che aderiranno alle iniziative, proprio come in coppa, e la direttrice autonoma della “Collina Biancorossa”, con corriere che faranno tappa ad Albinea, Scandiano e Castellarano per caricare gli spettatori residenti in quelle zone e nei Comuni limitrofi. Tutte esperienze che fra semifinale e finale di Fiba Europe Cup hanno dato ottimi esiti, e che già stanno regalando discreti riscontri. Almeno quattro mezzi sono praticamente già pieni, a una settimana dall’impegno. Se il calendario avesse regalato

Gara 3 di venerdì, come da programma originale, probabilmente l’operazione sarebbe stata più semplice.
A scombinare i piani è stata una leggenda del rock, Eric Clapton, che suonerà il 18 al Forum di Assago e il 20 e il 21 alla Unipol Arena. Milano così ha dovuto anticipare il suo match del 17, spostando di un giorno tutta la cadenza. Peraltro, un’eventuale Gara 4 dovrebbe trovare un’altra sede, ancora da definire, visto che Casalecchio sarà impegnato per il concerto del grande chitarrista britannico. Strani incroci da ripartenza post-Covid.

A sette giorni dalla partita, le vendite stanno procedendo a discreto ritmo, seguendo l’andamento complessivo. In questa stagione in esilio, i numeri sono cresciuti progressivamente, dai 700 presenti dell’esordio con Napoli si è arrivati al picco della finale di andata di coppa, con 3.500 unità. Superare questa cifra sarebbe l’ennesima grande soddisfazione dell’annata, la squadra certo lo meriterebbe, non sarà facile pensando al nuovo sforzo infrasettimanale richiesto e all’aumento delle alternative che l’arrivo del bel tempo sta regalando.

Col passare dei mesi e dei risultati la Unahotels ha visto comunque salire il proprio pubblico, e pure la coppa, all’inizio penalizzata dal giorno feriale, ha regalato sorrisi. L’attenzione nel Reggiano è sempre più alta, un ultimo sforzo è doveroso. E Gara 4, nel caso, sarebbe in un ben più comodo sabato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: gazzettadireggio.gelocal.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *