Viva Italia

Informazione libera e indipendente

I talebani vietano lo sport alle donne: «Per loro non è necessario espone il loro corpo»

L’annuncio del vicecapo della Commissione cultura Ahmadullah Wasiq: «L’Islam non permette che le donne siano viste così»

Caduta l’idea del «governo inclusivo» — quello appena annunciato è monoetnico, monocolore e tutto al maschile — adesso partono le ritorsioni contro le donne. I talebani hanno deciso che le afghane non potranno più giocare a cricket né a nessun altro sport che «esponga i loro corpi» o lo mostri ai media. Praticamente tutti insomma.

Lo sport non è necessario

L’annuncio è arrivato direttamente dal regime attraverso il vicecapo della Commissione cultura, Ahmadullah Wasiq, con parole che non lasciano spazio a dubbi. «Non credo che alle donne sarà consentito di giocare a cricket perché non è necessario che le donne giochino a cricket», ha dichiarato Wasiq, spiegando che nel gioco «potrebbero dover affrontare situazioni in cui il loro viso o il loro corpo non siano coperti. L’Islam non permette che le donne siano viste così». Anche giocare a porte chiuse è un problema perché, secondo Wasiq, le persone vedrebbero le sportive attraverso «foto e video».

Il vero volto dei talebani

Insomma, continua a sgretolarsi pezzo dopo pezzo quella maschera di benevolenza, apertura e inclusività che i talebani avevano indossato dopo aver preso il potere in Afghanistan. Il loro vero volto, dopotutto, era emerso quasi subito, fin dal 18 agosto e poi, pian piano, provincia dopo provincia, sono arrivati obblighi e divieti sempre più pressanti. Così le donne devono indossare il burqa o almeno l’hijab e non possono apparire in Tv, le classi sono state divise tra maschi e femmine («almeno da una tenda», dice il nuovo regime) fin dalle elementari, la musica invece è sparita da radio e televisioni.

8 settembre 2021 (modifica il 8 settembre 2021 | 18:11)

Fonte: corriere.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *