Viva Italia

Informazione libera e indipendente

I quattro punti di Bertacchini


Quattro punti cardine nel programma di Massimo Bertacchini (foto), ex nazionale di pentathlon e fondatore del club Scherma Koala di Reggio, in vista del rinnovo del consiglio nazionale della Federscherma, che si terrà tra poco più di un mese. Il maestro, candidato nella lista capitanata dall’ex campione olimpico Michele Maffei, ha individuato le priorità: su tutte quella di porre fine alle costose diatribe legali che hanno portato incertezze e problemi alla categoria dei maestri, che lui stesso rappresenta, istituendo un tavolo esteso tra la già citata Fis e l’Accademia nazionale scherma.

In secondo luogo il suo programma prevede la fornitura di risorse per abbassare i costi di ingresso in società e ridurre il fenomeno dell’abbandono, con l’obiettivo di allargare la base dei praticanti. Previsto anche il riconoscimento di un indennizzo economico a un maestro che perde un atleta, considerato quanto il trasferimento di uno schermidore possa essere tecnicamente ed emotivamente pesante.

Da ultimo, ma non meno importante, concedere crediti legati ai risultati degli atleti allenati, in modo da definire criteri meritocratici per la composizione dei quadri tecnici. Bertacchini sottoporrà le proprie idee all’attenzione delle società emiliano-romagnole, nelle prossime settimane, qualora le condizioni legate al Covid-19 lo permettano: le elezioni del consiglio nazionale della Fis, invece, sono in programma il prossimo 28 febbraio.

ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *