Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Hyundai Bayon: prezzi, allestimenti, motori, dimensioni

In perfetto orario con la “tabella di marcia” annunciata la scorsa primavera, Hyundai Bayon esordisce in concessionaria: la novità del marchio coreano è chiamata ad inserirsi nella competitiva fascia di mercato Sport Utility e Crossover di segmento B (livello dunque immediatamente inferiore rispetto alla “cugina” Kona, sebbene gli ingombri esterni siano molto simili), segmento “centrale” a livello di mercato e strategico nei programmi di riposizionamento da tempo adottati dai big player.

Ecco gli allestimenti

In ordine all’esordio commerciale, Hyundai Bayon viene declinato in due configurazioni di gamma:

  • XLine;
  • XClass.

Le dotazioni, nell’analisi del “capitolato” di equipaggiamenti, sono piuttosto “ricche” già nella versione XLine di ingresso (pienamente in linea con l’immagine del marchio coreano, dunque).

Di seguito i principali accessori e finiture.

Hyundai Bayon XLine

  • Luci diurne a Led;
  • Cerchi in lega da 16”;
  • Specchi retrovisori esterni ripiegabili a comando elettrico;
  • Display digitale Cluster Supervision da 10.25”;
  • Infotainment con impianto audio e display da 8”, Bluetoorh, telecamera posteriore e connettività wireless compatibile con Apple CarPlay ed Android Auto;
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori;
  • Sistemi di assistenza alla guida Hyundai Smart Sense con dispositivo di assistenza anti-collisione frontale con riconoscimento veicoli, pedoni e ciclisti, Rear seat Alert, mantenimento attivo della corsia di marcia, riconoscimento dei limiti di velocità, rilevamento stanchezza conducente e avviso di ripartenza.

Hyundai Bayon XClass

All’equipaggiamento XLine aggiunge, fra gli altri:

  • Cerchi in lega da 17”;
  • Gruppi ottici anteriori e posteriori Full Led;
  • Climatizzatore automatico;
  • Una presa Usb supplementare a disposizione degli occupanti la fila posteriore di sedili;
  • Specchio retrovisore interno a sistema elettrocromatico anti-abbagliamento;
  • Blind-spot Collision Warning e Rear cross Traffic Collision Warning (Blind-spot Collision Avoidance e Rear cross Traffic Collision Avoidance nei modelli equipaggiati con cambio DCT).

L’offerta di vendita

I prezzi partono da 19.400 euro. In occasione del “lancio” commerciale, Hyundai Italia propone il compact-SUV Bayon in allestimento XLine ad un prezzo promo di 16.800 euro (in questo caso, il vantaggio cliente ammonta a 2.600 euro). Con il finanziamento “Hyundai i-Plus” (TAN 2,95%, TAEG 4,73%), Hyundai Bayon è disponibile con 5.720 euro di anticipo e rate da 139 euro al mese per 36 mesi, comprensive di polizza assicurativa Furto-incendio, e possibilità, dopo tre anni, di scegliere se tenere la vettura, restituirla o sostituirla con un altro modello della lineup Hyundai.

Le caratteristiche

I “punti di forza” sui quali Hyundai si orienta nell’accompagnare la novità Bayon al debutto commerciale sono, come si accennava qui sopra, quelli tipici del “colosso” coreano: grande attenzione agli equipaggiamenti, per un favorevole rapporto fra prezzo di vendita e dotazioni, un’impostazione estetica personale, avanzati sistemi di connettività e sicurezza attiva. A ciò si aggiunge una buona capacità del vano bagagli (in relazione alle dimensioni esterne). Una diffusa semplicità e linearità estetica, fattori che potenzialmente vanno ad incidere in maniera positiva sulle doti aerodinamiche del veicolo, si abbina a soluzioni hi-tech di ultima generazione: dalla strumentazione con Cluster Supervision al display centrale touch da 10.25” per il controllo delle funzionalità infotainment (con Bluelink per l’interfaccia smartphone) al sistema di illuminazione “ambient”, ad un ampio modulo di sistemi di ausilio attivo alla guida Hyundai Smart Sense. Nove le tinte carrozzeria proposte: Mangrove Green (finizione-lancio), Phantom Black Pearl, Polar Silver White con tetto Phantom Black a richiesta, Sleek Silver Metallic , Elemental Brass Metallic, Dragon Red Pearl, Aqua Turquoise Metallic, Aurora Grey Pearl, Intense Blue Pearl. Ad esclusione di Phantom Black Pearl e di Aurora Grey Peral, tutte le altre varianti cromatiche propongono, in opzione, la verniciatura in Phantom Black per il tetto.

Di seguito le misure di ingombro esterne e l’indicazione della capienza utile del bagagliaio.

  • Lunghezza: 4,18 m;
  • Larghezza: 1,77 m;
  • Altezza: 1,49 m (1,5 m con cerchi da 17”);
  • Passo: 2.580 mm;
  • Carreggiata anteriore: 1.551 mm con cerchi da 15”, 1.545 mm con cerchi da 16”, 1.546 mm con cerchi da 17”;
  • Carreggiata posteriore: 1.557 mm con cerchi da 15”, 1.551 mm con cerchi da 16”, 1.552 mm con cerchi da 17”;
  • Sbalzo anteriore: 820 mm;
  • Sbalzo posteriore: 780 mm;
  • Altezza libera dal suolo: 165 mm (183 mm con cerchi da 17”).
  • Capacità di carico utile al vano bagagli: 411 litri nel normale assetto di marcia; 1.205 litri a sedili posteriori abbattuti.

Le principali dimensioni interne

  • Altezza in verticale posti anteriori: 993 mm;
  • Altezza in verticale posti posteriori: 977 mm;
  • Spazio per le gambe all’anteriore: 1.072 mm;
  • Spazio per le gambe al posteriore: 882 mm;
  • Larghezza a livello spalle all’anteriore: 1.395 mm;
  • Larghezza a livello spalle al posteriore: 1.390 mm;
  • Larghezza a livello dei fianchi all’anteriore: 1.352 mm;
  • Larghezza a livello dei fianchi al posteriore: 1.316 mm.

Due motorizzazioni

Sotto al cofano, Hyundai Bayon viene equipaggiata, in fase di debutto sul mercato, con due tipologie di alimentazione:

  • Benzina 1.2 MPi, abbinata ad un cambio manuale a cinque rapporti;
  • Mild-hybrid 48V 1.0 T-GDi benzina con cambio 6iMT oppure 7DCT.

La scheda tecnica in sintesi

Hyundai Bayon 1.2 MPi

  • Architettura motore: 4 cilindri in linea MPi a benzina;
  • Cilindrata complessiva: 1.197 cc;
  • Alesaggio x corsa: 71,0 mm x 75,6 mm;
  • Rapporto di compressione: 11:1;
  • Potenza massima: 84 CV a 6.000 giri/min;
  • Trasmissione: cambio manuale a cinque rapporti;
  • Velocità massima: 165 km/h;
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 13”5.

Hyundai Bayon 1.0 T-GDi Mild-hybrid 48V

  • Architettura motore: 3 cilindri in linea GDi a benzina, turbocompresso, sistema mild-hybrid a 48V;
  • Cilindrata complessiva: 998 cc;
  • Alesaggio x corsa: 71 mm x 84 mm;
  • Rapporto di compressione: 10,5:1;
  • Potenza massima: 100 CV fra 4.500 e 6.000 giri/min;
  • Trasmissione: cambio iMT a sei rapporti oppure DCT a sette rapporti;
  • Velocità massima: 183 km/h (cambio iMT), 180 km/h (cambio DCT);
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 10”7 (cambio iMT), 11”7 (cambio DCT).

Fonte: autoblog.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *