Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Haiti, rapito da una gang locale ingegnere italiano di 74 anni

Un ingegnere italiano di 74 anni Giovanni C., dipendente di una ditta di costruzioni con sede a Roma, la Bonifica Spa, è stato rapito ad Haiti. A quanto si apprende i rapitori avrebbero già contattato la sede locale dell’azienda: scopo del rapimento sarebbe ottenere dei soldi per il riscatto. Si tratterebbe di una nota gang locale, denominata «400 Mawozo». Il sequestro sarebbe avvenuto in località Croix des Bouquets. Insieme all’ingegnere italiano a quanto fa sapere l’ambasciatore italiano a Panama c’era anche un tecnico, di cui non si conosce la nazionalità che potrebbe essere stato anche lui sequestrato.

La Farnesina fa sapere che il 74enne era impegnato in dei rilievi legati ai lavori di costruzione di una strada, che collega i dipartimenti del centro e del Nord di Haiti, quando è stato portato via da «individui sconosciuti». L’Unità di Crisi è già stata attivata. Nel 2010 il terremoto che devastò Haiti, causando la morte di almeno 222mila persone e la distruzione della maggior parte delle infrastrutture alcune delle quali ancora restano da ricostruire. Proprio l’estrema povertà del Paese aggravatasi dopo il terremoto ha contribuito a far crescere il fenomeno dei rapimenti a scopo estorsivo, 243 ne sono stati registrati solo nel 2020. L’11 aprile scorso erano stati sequestrati sette religiosi cattolici: per il loro rilascio era stato chiesto un milione di dollari. Proprio i «400 Mawozo» anche in qual caso erano gli autori del sequestro, all’epoca il loro leader Lanmo San Jou aveva rilasciato una intervista radiofonica minacciando azioni forti se non fosse stato pagato il riscatto. Alla fine di aprile i religiosi, cinque sacerdoti e due suore, erano stati rilasciati, non è chiaro se dopo il pagamento della cifra richiesta. Solitamente i rapitori chiedono cifre che variano dai 300mila dollari al milione.


Articolo in aggiornamento

1 giugno 2021 (modifica il 1 giugno 2021 | 22:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *