Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Green pass “obbligatorio”, il governo ci pensa. Ecco i posti dove potrebbero chiedercelo

Roma – Liberi tutti con l’estate? Mica tanto. I nuovi campanelli di allarme per la risalita di contagi (raddoppiati in una settimana) hanno suscitato una evidente preoccupazione anche a Palazzo Chigi e ora il governo sembra intenzionato a muoversi, sul modello Macron. Non tanto e non solo con la possibilità del ritorno in zona gialla di alcune macro aree o addirittura regioni, quanto con la possibilità di rendere obbligatorio il green pass, che certifica l’avvenuta vaccinazione, per accedere ad alcuni luoghi “sensibili“ della  vita sociale, come i mezzi di trasporto, gli stadi e in genere tutti i potenziali siti di aggregazione. Un green pass che, a differenza di quanto accaduto finora, potrebbe essere rilasciato soltanto dopo la dose di richiamo del vaccino.

Ma chi dovrà avere sempre con sé il lasciapassare? Facile, tutte le persone che frequentano i luoghi a rischio assembramento. Coldiretti, per esempio, ha già fatto un primo conto sul tema green pass e ristoranti. La decisione sull’obbligatorietà del documento nei locali pubblici riguarda due italiani su tre (66%) che in vacanza mangiano principalmente in ristoranti, pizzerie, pub o agriturismi. Questa, quindi, la “fetta” di italiani se il governo dovesse decidere di imporre l’utilizzo del green pass per accedere a ristoranti e altre strutture con servizio al tavolo.

news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *