Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Gran Bretagna, oltre 40 mila casi in 24 ore. Ma gli esperti frenano sul vaccino per gli under 16

Nonostante il picco giornaliero di 42.076 nuovi positivi – circa 2500 più di ieri e per la prima volta oltre quota 40 mila dal 19 luglio – in Gran Bretagna la somministrazione del vaccino anti Covid per i bambini e ragazzi sani fra i 12 e i 15 anni è stata negata. Lo stop è arrivato da parte dagli esperti del comitato medico-scientifico britannico indipendente che assiste il governo di Boris Johnson.

Vaccino Pfizer, l’Ema indaga possibile rischio sindrome infiammatoria (MIS)

L’esclusione dei bambini sani è stata motivata dagli specialisti d’Oltremanica dal combinato disposto fra i rischi marginali legati ai pur rarissimi effetti collaterali di casi d’infiammazione cardiaca rilevati nella somministrazione degli antidoti Pfizer e «l’insufficienza di evidenze» sperimentali sul vantaggio che tale vaccino potrebbe offrire loro dato il limitato impatto del coronavirus, specialmente in forma grave, su questa fascia d’età.

 

I dati

Risalgono a 42.076  i contagi giornalieri Covid alimentati dalla variante Delta nel Regno Unito e conteggiati nelle ultime 24 ore; sebbene su un numero quotidiano di test incrementato da uno a 1,15 milioni. Mentre il bilancio dei morti torna a scendere (a 121, contro 178 di ieri) e il totale dei ricoveri si stabilizza attorno a quota 7.500: con un impatto nettamente inferiore rispetto a quello delle ondate pre vaccini della pandemia sullo sfondo d’una copertura vaccinale nazionale giunta a quasi l’80% degli over 16 con 2 dosi e a quasi il 90% con una. 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *