Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Governo, decreto Covid: alla Camera passa la fiducia con 276 sì, 194 no e un astenuto

La Camera ha detto sì alla fiducia per il decreto di proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre prossimo. Presenti 471 deputati, c’è stato un solo astenuto. La maggioranza richiesta era fissata a 136 voti, ma i sì sono stati 276 e i no 194. Sono 28 i deputati dei 5 Stelle che non hanno partecipato al voto di fiducia sul dl che proroga lo stato di emergenza sanitaria. Si evince dai tabulati dell’aula di Montecitorio.

Il decreto, alla luce della proroga dello stato di emergenza per il coronavirus fino al 15 ottobre, prolunga l’efficacia delle disposizioni contenute nei decreti legge n..19/20201, e nel decreto legge 33/20202, che hanno disciplinato, rispettivamente, l’applicazione delle misure per contrastare l’espandersi dell’epidemia e il loro graduale allentamento. Il decreto inoltre proroga i termini di efficacia di alcune misure e l’incarico dei direttori dei servizi di informazione per la sicurezza.

L’opposizione ha attaccato il governo per l’uso «smodato» della fiducia: «Erano 32 gli emendamenti al decreto, da parte delle opposizioni non c’è stato nessun intento ostruzionistico, ma solo la volontà di correggere alcuni dispositivi, 32 emendamenti che potevano essere discussi e votati, e invece no. Il governo ha fatto cadere tutte le proposte di modifica, non per mettere a tacere le opposizioni ma per posizioni non allineate all’interno della maggioranza e scongiurare il rischio di una frattura», fa notare dei banchi il deputato di Forza Italia, Roberto Novelli.

A difendere il provvedimento è, invece, Emanuele Fiano del Pd: «Stiamo prorogando uno stato di emergenza fino al 15 ottobre, negare l’evidenza dell’emergenza sanitaria nel mondo e nel nostro Paese, e chiamarla dittatura sanitaria significa calpestare la memoria delle vittime e ignorare il sacrificio di chi ha salvato le nostre vite».

2 settembre 2020 (modifica il 2 settembre 2020 | 18:25)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *