Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Gorizia scalda i motori per Gusti di Frontiera

Gusti di Frontiera nella sua edizione 2022 fa un salto indietro nel tempo e torna alla sua formula di successo, con l’estensione collaudata nelle strade e nelle piazze del centro di Gorizia.

Specialità di tutto il mondo, cibo da strada, osterie negli angoli più suggestivi del cuore cittadino sbarcheranno da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre.

Corso Italia e corso Verdi, le vie Roma, Cadorna e Boccaccio, le piazze Battisti, Vittoria e Sant’Antonio, senza dimenticare via Rastello e i Giardini Pubblici, torneranno a ospitare il mappamondo di leccornie, profumi e colori, così come avvenuto fino al 2019.

Tra graditi ritorni e golose novità, le centinaia di stand di Paesi vicini e lontani saranno operativi giovedì 29 dalle 17 alle 2, venerdì 30 e sabato 1 dalle 10 alle 3, domenica dalle 10 a mezzanotte. L’attività musicale sarà consentita giovedì fino a mezzanotte, venerdì e sabato fino alle 2 e domenica fino alle 23.

“Siamo in pieno fermento – afferma l’assessore comunale ai Grandi Eventi, Arianna Bellan – c’è una grandissima attesa per il ritorno alla normalità di Gusti di Frontiera. Nonostante tutte le avversità, stiamo lavorando a pieno ritmo per organizzare nei minimi dettagli l’edizione 2022. Ringrazio di cuore il personale degli uffici: a nome di tutti cito Paola Magrin, punto di riferimento delle Attività produttive, che insieme ai colleghi sta veramente facendo l’impossibile. Un doveroso grazie va anche al Ced, il Centro elaborazione dati, che sta gestendo i problemi legati alla rete informatica e all’ufficio della Polizia locale. Determinante in questo quadro tanto complicato è l’intersettorialità messa in piedi anche con gli altri comparti del Comune, elemento che ci sta aiutando a sopperire alle mancanze. Anche gli standisti ci stanno dando una grossa mano, si stanno dimostrando molto collaborativi”.

I bus navetta

I parcheggi scambiatori su cui posa le sue fondamenta il piano di mobilità sostenibile di Gusti di Frontiera 2022 sono il PalaBigot e la Sdag, quest’ultima scelta ideale soprattutto per chi proviene dall’autostrada.

I bus faranno la spola anche dalla stazione ferroviaria. L’Azienda Provinciale Trasporti garantirà le navette che collegheranno le aree di sosta e la stazione ferroviaria alla festa, con un potenziamento rispetto alle edizioni precedenti. Dal parcheggio del PalaBigot i bus circoleranno dalle 15.30 sia venerdì 30 che sabato 1, concludendosi rispettivamente alle 2 e alle 3. Domenica 2 invece l’orario di operatività sarà dalle 11 a mezzanotte. Nelle tre giornate la frequenza delle corse, garantita da tre mezzi, sarà sempre di 15 minuti. Il servizio dalla Sdag venerdì 30 funzionerà dalle 15.30 alle 2, con due mezzi, con frequenza ogni 15 minuti. Sabato 1 ottobre dalle 15.30 alle 19 e dalle 23 alle 2 tre bus correranno ogni 10 minuti, e dalle 19 alle 23 altri due bus saranno attivi ogni 15 minuti. Domenica 2 ottobre dalle 11 alle 14 e dalle 21 a mezzanotte ci saranno in servizio tre bus, con corse ogni 10 minuti, a cui se ne aggiungeranno altri due dalle 14 alle 21 con una frequenza delle corse di dieci minuti. La navetta di collegamento con la Ferrovia funzionerà venerdì 30 e sabato 1 dalle 15.30 alle 2 e domenica 2 dalle 11 a mezzanotte, sempre con due bus e corse ogni dieci minuti.

Il trenino internazionale

Gusti di Frontiera avrà anche quest’anno il suo trenino internazionale, sempre garantito dall’Apt. Il mini convoglio, occasione per chi desidera approfittare della manifestazione enogastronomica per vedere anche il centro di Nova Gorica, farà la spola tra Erjavceva ulica e via del Seminario, venerdì 30 dalle 18 a mezzanotte, sabato dalle 11 alle 24 e domenica dalle 11 alle 22.

Le limitazioni alla viabilità

In piazza Sant’Antonio, piazza Battisti (nella metà del parcheggio centrale rivolto verso il monumento) e passaggio Edling sarà in vigore il divieto di sosta permanente con rimozione forzata dalle 7.30 di lunedì 26 fino allo smontaggio degli stand e delle strutture espositive, prevista entro le 20 di martedì 4. Non sarà consentito parcheggiare nemmeno in piazza del Municipio, via De Gasperi, via Crispi, via Marconi, piazza Cavour, via Roma, piazza Vittoria, via Oberdan, via Boccaccio, piazzale Donatori volontari di sangue, in tutta l’area del Mercato scoperto, via Cadorna, compresa l’area di sosta ex Artesac, via Petrarca, piazza Battisti (nell’altra metà del parcheggio centrale), via Rismondo, via Diaz e corso Italia tra le vie Diaz e IX Agosto dalle 7.30 di martedì 27, con lo stesso termine. Medesimo provvedimento per l’anello esterno di piazza Battisti dalle 7.30 di mercoledì. Non si potrà inoltre parcheggiare in via Rabatta, dall’intersezione con via Cappuccini in direzione del civico 16, dalle 7.30 di lunedì 26, in via Morelli, largo XXVII Marzo, via Contavalle, via Cadorna e via Pellico (all’altezza dei civici 1 e 4), via Cascino, via Dante, via Diaz tra le vie Rismondo e Cadorna, via Rotta e via Mameli dalle 7.30 di mercoledì 27. Solo i camper saranno ammessi nel parcheggio tra i viali Oriani e Virgilio, dalle 8 di giovedì 29 alle 22 di domenica. Il divieto di sosta con istituzione di fermata provvisoria per i bus sarà introdotto in corso Italia tra le vie Bellini e XXIV Maggio dalle 7.30 di mercoledì 28, in via Colobini e via Sauro dalle 7.30 di giovedì 29, fino a mezzanotte di domenica 2.

Dalle 8.30 di lunedì 26 fino alle 20 di martedì 4 non si potrà transitare in piazza Sant’Antonio, passaggio Edling, via Petrarca tra corso Verdi e piazza Battisti e nella piazza stessa nel parcheggio centrale nella parte rivolta verso il monumento oltre che nell’anello esterno che da via Petrarca conduce a via Rismondo. In via Roma tra le vie Crispi e Rotta, corso Verdi tra le vie Oberdan e Dante, via De Gasperi e via Crispi sarà in vigore il divieto di transito dalle 14 di lunedì 26 alle 20 di martedì 4. In piazza del Municipio, via Mazzini, via De Gasperi, via Roma, via Rotta, piazza Vittoria, via Bombi, via Oberdan, via Morelli, largo XXVII Marzo, corso Verdi, via Contavalle, via Garibaldi, via Crispi, via Marconi, via delle Monache, via Rastello, piazza Cavour, via Rabatta, via Colobini, corte  Sant’Ilario, corso Italia tra le vie Diax e IX Agosto, via Diaz tra corso Verdi e via Rismondo, via Cadorna tra le vie Petrarca e Santa Chiara, area di parcheggio ex Artesac, via Petrarca, via Rismondo, via Boccaccio, piazzale Donatori Volontari di sangue e in tutta l’area del mercato scoperto non si potrà transitare dalle 8.30 di martedì 27 fino alle 20 di martedì 4. Solo frontisti e autorizzati potranno muoversi nelle strade limitrofe alle aree precluse al traffico. Accesso e transito sono ammessi per carico e scarico merci al servizio di espositori e farmacie con la massima prudenza e procedendo a velocità particolarmente moderata giovedì 29 fino alle 16, venerdì 30, sabato 1 e domenica 2 dalle 6 alle 11 e dalle 15 alle 16. Il carico scarico per negozi ed esercizi commerciali nell’area della festa sarà ammesso con gli stessi accorgimenti solo dalle 6 alle 11. Residenti o titolari di garage e posti auto interni potranno transitare giovedì 29 da mezzanotte alle 16, nelle altre tre giornate della manifestazione dalle 3 del mattino alle 11.

In via Cascino, via Nizza tra corso Italia e via Maniacco, via Petrarca tra piazza Battisti e via Cadorna, piazza Battisti nell’anello esterno antistante la caserma Guella, via del Colle, largo XXVII Marzo e via Morelli tra le vie Oberdan e Crispi dalle 8.30 di martedì 27 fino alle 20 di martedì 4 sarà revocato il senso unico con divieto di transito esclusi autorizzati.

 

Fonte: imagazine.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *