Viva Italia

Informazione libera e indipendente

GM Defense vince gara US Army, primo lotto 649 veicoli ISV – Attualità

L’Esercito degli Stati Uniti ha assegnato un contratto da 214,3 milioni di dollari (191 milioni di euro) alla sussidiari di General Motors GM Defense per consegnare a US Army un primo lotto di 649 veicoli tattici Infantry Squad Vehicle (ISV) che sono stati progettati per poter essere trasportati sulle zone operative da elicotteri UH-60 Blackhawk e CH-47 Chinook helicopter. Elemento centrale di un progetto di ammodernamento delle dotazioni della Fanteria, che prevede la dotazione di un mezzo veloce e agile su cui far muovere rapidamente una squadra composta da 9 soldati con le relative attrezzature, il GM Defense ISV è basato sulla meccanica del pick-up Chevrolet Colorado ZR2 e propone – un aspetto che va sottolineato – una motorizzazione 4 cilindri turbodiesel 2.8 Duramax che è nata in Italia (presso l’allora GM Powetrain di Torino) e che è strettamente imparentata con il gruppo propulsore R428 della Jeep CRD 2.8L prodotto dalla VM Motori di Cento (Ferrara) che fino al 2018 ha motorizzato la Wrangler e che, con differenti tarature, è stato utilizzato anche per l’Mpv Lancia Voyager. Questo albero genealogico, che fa riferimento a quello che fino al 2020 è stato il centro tecnologico di eccellenza di GM nel settore dei propulsori a gasolio, la GM Powetrain ora passata al Gruppo Punch, inizia nel 2007 quando esisteva uno stretto collegamento tra Fiat e General Motors, e quest’ultima aveva rilevato dal Gruppo Penske il 50% della VM di Cento, azienda leader nei motori diesel. E’ in quegli anni che l’ingegneria della Jv Fiat GM realizza con VM un moderno motore a iniezione diretta derivato dal 2.5 denominato R425 e con cilindrata portata a 2,8 litri. Fino al 2013, anno della separazione fra i due colossi dell’auto, a utilizzarlo è solo il Gruppo Chrysler (non ancora nell’orbita Fiat) ma dopo quella data i due produttori – GM e la neocostituita FCA – si accordano per l’utilizzazione dei diritti dei motori sviluppati assieme. Oggi la variante GM di questo affidabile e generoso turbodiesel, contraddistinta dalla sigla A428, viene costruita in uno stabilimento creato ad hoc in Thailandia ed equipaggia nella versione da 200 Cv il pick-up Chevrolet Colorado e in quella da 180 Cv i furgoni Express 2500 e 3500. Ed ecco perché se gli addestratissimi Fanti dell’US Army viaggeranno (ora su 649 strani off-road, che a termine del contratto saranno 2.065) sicuri, rapidi e rispettosi dell’ambiente grazie ad un turbodiesel che parla in dialetto piemontese e ha rafforzato i suoi muscoli mangiando cappellacci e salama da sugo.

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *