Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Gli alfieri dello sport


Cinque targhe del Premio Macerata Più – il riconoscimento simbolico che l’amministrazione comunale ha istituito per sottolineare il valore dello sport e premiare le eccellenze sportive sia sotto il profilo dei risultati che dell’etica – ad altrettanti atleti maceratesi, che si sono distinti ognuno nella propria disciplina. Il premio testimonia la vicinanza del…

Cinque targhe del Premio Macerata Più – il riconoscimento simbolico che l’amministrazione comunale ha istituito per sottolineare il valore dello sport e premiare le eccellenze sportive sia sotto il profilo dei risultati che dell’etica – ad altrettanti atleti maceratesi, che si sono distinti ognuno nella propria disciplina. Il premio testimonia la vicinanza del Comune e assume più valore alla luce del fatto che Macerata è “Città europea dello sport 2022”. A consegnare i riconoscimenti, ieri mattina nella sala consiliare, sono stati il sindaco Sandro Parcaroli, l’assessore allo sport Riccardo Sacchi e l’assessore Paolo Renna. Premiati Patrizia Magnante, campionessa italiana di beach tennis singolo over 40 e doppio over 45; Michele Antonelli, campione italiano di 35 km di marcia; Stefano Chiappini, campione europeo di football americano; Leonardo Rosetti, campione italiano di kick boxing, ed Elisa Marini, campionessa italiana 3 km di marcia under 16. “Lo sport – ha detto il sindaco Parcaroli – deve essere unico, a 360 gradi. Non esistono sport minori, tutti sono importanti e belli e deve essere celebrato non solo chi raggiunge successi in sport rinomati, ma anche chi pratica sport meno noti”. L’assessore Sacchi, fin dall’insediamento, è stato promotore di questo riconoscimento che, ha detto, “vuole essere un grazie della città nei vostri confronti, premiando le eccellenze sportive di Macerata, che conta ben 153 associazioni del settore con 10mila iscritti. Macerata ha nel dna una gran voglia di sport, che soprattutto in questo periodo rappresenta una medicina per il corpo, ma anche per la mente, non dimenticando che l’attività sportiva è anche una delle forme più efficaci di promozione. Promuoveremo incontri con le società per mettere a punto un ricco programma in vista del 2022, che vedrà Macerata città europea dello sport.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *