Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Gioia Tauro, la famiglia dell’orrore: segregava da due anni in casa la figlia, quattro arresti

Dopo le indagini avviate nel giugno scorso i carabinieri hanno irruzione nella casa-lager trovando la donna denutrita e con varie ecchimosi sul corpo. In carcere i genitori e due fratelli

Una ragazza psicolabile di 31 anni, residente a Gioia Tauro, per due anni è stata tenuta dai genitori in una stanza buia, al freddo, senza pavimento, con la serranda rotta, senza mai poter uscire. La porta del «magazzino-prigione» era infatti chiusa dall’esterno con il lucchetto. I carabinieri, nel giugno scorso, dopo una segnalazione anonima, hanno avviato le indagini e mercoledì hanno fatto irruzione nella casa-lager trovando la povera ragazza rannicchiata in un angolo, impaurita, denutrita e con parecchie ecchimosi sul corpo.

Evidenti i maltrattamenti subiti dalla ragazza, spesso svegliata senza motivo di notte e costretta a fare le pulizie domestiche, pena schiaffi,calci e minacce di morte. Qualche volta la ragazza avrebbe osato chiedere il perché di tanto accanimento nei suoi confronti, ma per tutta risposta veniva malmenata e lasciata senza mangiare. I suoi genitori, entrambi di 58 anni, e le sorelle di 20 e 28 anni, sono stati tutti arrestati per maltrattamenti e sevizie nei confronti della ragazza.

11 gennaio 2023 (modifica il 11 gennaio 2023 | 18:04)

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *