Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Giochi di guerra in Sardegna e tante spiagge interdette: “Il governo gioca con le armi, Isola paradiso a rischio”


Condividi su

Giochi di guerra in Sardegna e tante spiagge interdette: “Il governo gioca con le armi, Isola paradiso a rischio”. Raid militare persino a Nora e al Poetto. Esplode la polemica sulle esercitazioni militari che stanno per accerchiare le spiagge sarde, rendendo off limits zone bellissime di Nora, Villasimius, Muravera, Teulada, per un “blitz militare immediato” che sta trasformando la Sardegna in un fortino di guerra. Ben 17 aree vietate agli abitanti. Il caso finisce oggi in Parlamento. “Il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha scambiato la Sardegna per un teatro di guerra e dovrà spiegare con quale motivazione chiude al transito, sosta, pesca, balneazione e immersioni 17 zone davanti alle nostre bellissime coste scatenando scenari assurdi con armamenti e truppe. Sta preparando le scene di un incubo, ma noi non siamo in guerra e non la vogliamo. La Sardegna è un paradiso e va tutelato, non può essere usato e inquinato per esercitazioni militari per le quali abbiamo dato fin troppo”. Sono le parole di deputati sardi di Alternativa Emanuela Corda, Pino Cabras e Andrea Vallascas. “Questo Governo sta giocando un po’ troppo con le armi, invece di mostrare la nostra forza militare con questa operazione “speciale” si dovrebbe insistere sul dialogo e distensione dei toni”, chiudono i parlamentari.

news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *