Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Genoa, il numero dei positivi al coronavirus sale a quattordici

Oltre a Perin e Schone, risultati positivi prima della partita col Napoli per la quale non sono stati convocati, ci sono altri otto giocatori e quattro membri dello staff che hanno contratto il virus. La sfida col Torino verrà probabilmente rinviata

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Non solo Mattia Perin e Lasse Schone, la cui positività era stata riscontrata prima della trasferta di Napoli, a cui non hanno preso parte: il Genoa ha fatto sapere in un comunicato ufficiale che sono nel complesso 14 le persone del gruppo squadra che hanno contratto il coronavirus. Nel dettaglio, si tratta di altri 8 calciatori e 4 membri dello staff tecnico. Una situazione che tiene comprensibilmente in apprensione il Napoli, che martedì mattina effettuerà i tamponi, e che con ogni probabilità impedirà lo svolgimento di Genoa-Torino, in programma sabato 3 ottobre alle ore 18:00. Il protocollo prevede che un club possa chiedere lo spostamento della gara ma se ha almeno 13 giocatori a disposizione non è obbligatorio che venga concesso: è necessario, infatti, il consenso della squadra avversaria, anche se il buon senso lascia pensare che di fronte a un numero così elevato di positivi la partita non si giochi. Nel frattempo, i rossoblù restano tutti in isolamento preventivo e non si alleneranno sino all’arrivo del parere dell’Asl competente.

La nota ufficiale del Genoa

vedi anche Ranocchia dice sì al Genoa. Preso Scamacca

“Il Genoa Cfc comunica che dopo gli accertamenti odierni il numero di tesserati positivi a Covid-19 è salito a quattordici tesserati tra componenti team e staff. La società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le Autorità per le procedure correlate. Il Club fornirà prossimi aggiornamenti dettati dell’evoluzione della situazione” si legge sul sito del club rossoblù.

Galli: “Strano che siano tutti positivi nello stesso momento”

vedi anche Napoli, prova di forza: Genoa demolito 6-0

Massimo Galli, responsabile del reparto malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano, ha discusso su Sky Sport la notizia: “Se tutti quei test erano negativi un paio di giorni fa, e ora invece sono tutti positivi, mi chiedo se la società abbia fatto immediatamente riscontri di questi test. Qualche punto di domanda sulla faccenda poi sorge: mi è già capitato in questi mesi vedere un’epidemia di positività che non si è rivelata tale, può capitare che sia un errore di laboratorio. Tutto questo necessita di una conferma. Mi sarei aspettato più gradualità e non questa contemporaneità. La situazione per ora si deve valutare con cautela”. L’infettivologo ha però escluso che si possa già ipotizzare la sospensione della Serie A. “Purtroppo in questo momento bisogna capire bene come siamo messi nello sviluppo dell’epidemia rispetto allo svolgimento del campionato. Non penso che si debba ritenere che si possa bloccare tutto da un momento all’altro” ha concluso Galli. 

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *