Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Genoa, Blessin riporta la bandiera a Boccadasse: “Andiamo in Serie A e torno qui a nuoto”

Se pensi al Genoa, c’è un simbolo che rappresenta il club: la bandiera rossoblù posta sullo scoglio di Boccadasse, uno dei borghi marinari del capoluogo ligure. Quella stessa immagine che i tifosi del Genoa hanno riproposto nella coreografia preparata il 21 maggio, nell’ultima partita in Serie A contro il Bologna. “È una tradizione che va avanti da 50 anni, la bandiera si cambia quando le intemperie ce la rovinano” spiegano i pescatori di Boccadasse. Il vessillo, scomparso nei giorni scorsi, è stato riportato sul tradizionale scoglio dall’allenatore del Genoa, Alexander Blessin. Sorridente e accompagnato dalle barche dei pescatori, il tecnico tedesco ha rimesso al suo posto il simbolo rossoblù. “Sono contento di aver posizionato la bandiera, la mia famiglia canta insieme «Gente di mare»” racconta a Sky Sport Blessin che poi fa una promessa: “Se il Genoa va in Serie A torno sullo scoglio a nuoto“.

“Daremo tutto per tornare in Serie A”

leggi anche Tutti gli acquisti ufficiali in Serie B

L’obiettivo del Genoa, d’altronde, è chiaro: riconquistare subito la massima serie. Il percorso in Serie B inizierà domenica 14 agosto a Venezia e Blessin è già pronto: “Spero che sia una stagione con il mare calmo, ho visto la squadra molto bene – ammette – Sono soddisfatto di quanto fatto sul mercato”. Il Genoa potrà contare sulla spinta dei propri tifosi che hanno rinnovato la vicinanza alla squadra con ben 16.000 abbonamenti emessi. A loro il tecnico rossoblu ha lanciato un messaggio: “Daremo tutto quello che abbiamo per raggiungere il nostro obiettivo, cioè la promozione diretta. Voglio avere una squadra in campo di cui i tifosi possano dire: “Questa è la nostra squadra”. E possano essere orgogliosi della città, della formazione e del club”. 

Fonte: sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *