Viva Italia

Informazione libera e indipendente

General Motors, dal 2035 solo veicoli elettrici – Quattroruote.it

La General Motors punta a eliminare completamente, entro il 2035, i motori endotermici tradizionali dalla sua gamma d’offerta. Il gruppo di Detroit, che ha descritto il suo obiettivo come “un’aspirazione”, diventa così il primo, grande costruttore automobilistico a fissare una data precisa per l’addio ai propulsori che hanno fatto la storia e le fortune del settore, sostituendoli con soluzioni per la mobilità elettrica.

La decarbonizzazione. L’addio ai motori a combustione interna, che oggi riguardano il 98% delle vendite complessive, rientra in una più ampia strategia attraverso la quale la GM intende raggiungere la cosiddetta “carbon neutrality” entro il 2040 e rispettare una serie di impegni contro il cambiamento climatico: l’azienda statunitense ha, infatti, firmato il “Business Ambition Pledge for 1,5 ⁰C”, un invito all’azione urgente da parte di una coalizione globale di agenzie delle Nazioni Unite, aziende e istituzioni. Dunque, il gruppo di Detroit offrirà, a partire dal 2035, solo veicoli a zero emissioni e collaborerà con altre realtà interessate per realizzare la necessaria infrastruttura di ricarica e promuovere la loro adozione tra i consumatori. 

Un piano già in atto. Le attuali strategie prevedono già oggi una forte elettrificazione della gamma: l’obiettivo della GM è arrivare al 2025 con 30 modelli a batteria da offrire sul mercato (solo negli Stati Uniti il peso dei veicoli alla spina sul portafoglio prodotti dovrà arrivare al 40%). Inoltre, nei prossimi anni ogni modello di qualsiasi segmento presenterà una variante a zero emissioni. Per sostenere uno sforzo del genere, l’azienda ha deciso in autunno di aumentare da 20 a 27 miliardi di dollari gli investimenti, previsti per i prossimi cinque anni, sull’elettrificazione e la guida autonoma. Le risorse sono destinate, tra l’altro, allo sviluppo della tecnologia per le batterie Ultium, alla realizzazione di fabbriche per celle e batterie e all’ammodernamento di alcuni stabilimenti per adeguare le catene di montaggio all’assemblaggio di veicoli elettrici. Ulteriori investimenti riguarderanno l’utilizzo di fonti rinnovabili per ridurre le emissioni delle attività produttive: entro il 2030 i siti statunitensi saranno alimentati al 100% da energia solare, eolica o idroelettrica; soluzioni, queste, che verranno applicate a tutte le sedi e le strutture in giro per il mondo entro il 2035. In entrambi i casi si tratta di un’accelerazione di cinque anni rispetto ai precedenti target. La General Motors intende anche promuovere dei programmi di decarbonizzazione tra le realtà della sua filiera delle forniture.

Fonte: quattroruote.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *