Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Funivia Mottarone, Eitan dimesso dall’ospedale

Questa mattina il piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone, è stato dimesso dal reparto Isola di Margherita dell’ospedale Regina Margherita di Torino. Il bambino è tornato in ambulanza a casa a Pavia accompagnato dalla zia. “Ora le sue condizioni sono molto migliorate. La sua prognosi è di 60 giorni. Proseguirà il percorso terapeutico dal punto di vista psicologico ed effettuerà future visite di controllo”, fanno sapere nel bollettino medico dall’ospedale torinese. 

Intanto la procura di Verbania ha notificato ai tre indagati “l’avviso del compimento di accertamenti tecnici irripetibili” per l’incidente della funivia del Mottarone “dovendo procedere alla copia forense” di quattro computer, alcune chiavette e hard disk, un registratore portatile e tre cellulari sequestrati subito dopo la tragedia in cui hanno perso la vita 14 persone. Il procuratore capo Olimpia Bossi non ha chiesto, al momento, nessun accertamento tecnico sulla cabina precipitata, in particolare sulla fune traente spezzata o sul sistema frenante di emergenza.  

Le parti sono state convocate in procura a Verbania per lunedì 14 giugno alle ore 10.30, nell’ufficio del numero uno della procura, per il conferimento dell’incarico e la nomina dei propri consulenti tecnici. Lo stesso provvedimento è stato notificato ai familiari delle vittime e alla zia del piccolo Eitan, legale rappresentante dell’unico sopravvissuto alla tragedia.  

Il Consiglio superiore della magistratura si occuperà del caso della sostituzione del giudice di Verbania Donatella Banci Buonamici nell’inchiesta. Il comitato di presidenza del Csm ha infatti disposto l’apertura di una pratica, assegnata alla settima commissione, accogliendo la richiesta avanzata dai consiglieri Sebastiano Ardita e Nino Di Matteo e dal gruppo dei togati di Magistratura indipendente.  

Fonte: lifestyleblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *