Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Fulgur Mula, l’eBike italiana con il nuovo motore Polini E-P3 MX e sospensioni Öhlins

Per avere una eBike di qualità bisogna per forza rivolgersi ai costruttori esteri? Non si direbbe guardando la Fulgur Mula, nuovo prodotto dell’azienda con sede a Saronno, in provincia di Varese. Secondo i dati dichiarati dalla casa, la Mula nella taglia M pesa 20,6 kg, grazie al telaio full carbon, materiale utilizzato anche per le ruote. E non si tratta di un telaio comprato all’estero, viene prodotto proprio nelle vicinanze della sede aziendale.

Fulgur Cycles ha scelto il mix di ruote 29″ all’anteriore e 27,5″ al posteriore, puntando sul cambio SRAM GX a 11 velocità. Ma soprattutto si è deciso di passare dai motori Shimano a quelli Polini, per una eBike 100% made in Italy. In particolare la Mula è la prima a montare il nuovo Polini E-P3 MX, con la coppia che dai 70 Nm del vecchio modello, sale a 90 Nm, con 5 livelli di regolazione della potenza.

Il motore è supportato dalla batteria da 504 Wh, integrata nel telaio ma estraibile dalla parte superiore del tubo obliquo. La Mula è disponibile con diversi montaggi, tra cui spicca quello con sospensioni Öhlins, con la forcella a molla RXF 36. In alternativa si possono montare Cane Creek o Rock Shox. In ogni caso Fulgur si avvale della collaborazione di Andreani per il setting delle sospensioni. Le escursioni sono generose, di 170 mm al frontale e 160 mm al posteriore.

Completano la dotazione il reggisella Fox Transfer 150 mm (in alternativa FSA Flowtron) e i freni Formula Cura a 2 o 4 pistoni.

Per testare la bontà della bici, Fulgur l’ha portata in competizione nella serie EWS-E, con Matteo Baruffi in sella, che nella gara di Zermatt ha ottenuto un ottimo quarto posto. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito di Fulgur, dove i prezzi non sono segnalati, ma dovrebbero avere, in base al montaggio, un range tra 6.700 e 8.900 euro.

Fonte: dmove.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *