Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Frasi sessiste: il presidente di Tokyo 2020 rassegna le dimissioni

“Le riunioni con molte donne richiedono più tempo: parlano troppo” aveva detto Yoshiro Mori, l’83enne ex premier. Poi le scuse, ma non è bastato

Il presidente del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo, Yoshiro Mori, si è dimesso dopo lo scandalo provocato dai suoi commenti sessisti a meno di sei mesi dall’inizio dei Giochi, posticipati di un anno a causa della pandemia. “Le mie dichiarazioni inappropriate hanno causato molto caos”, ha detto il dirigente in una riunione del board esecutivo e del consiglio di Tokyo 2020, «Desidero dimettermi da presidente oggi. L’unica cosa che importa in questo momento è che le Olimpiadi si svolgano a luglio, non deve succedere che la mia presenza diventi un ostacolo».

Le scuse non bastano

—  

Le dimissioni di Mori erano nell’aria da tempo, ora è arrivata anche l’ufficialità. L’83enne ex primo ministro del Giappone è stato autore di parecchie gaffe. L’ultima gli è stata fatale: ”Le riunioni con molte donne richiedono più tempo”, si era lamentato le settimane scorse rivolgendosi al Cda del Comitato, «le donne sono competitive e se un membro alza la mano per parlare le altre sentono il bisogno di intervenire anche loro». Mori era intervenuto per commentare l’impegno del Comitato olimpico giapponese a portare dal 20% al 40% il numero di donne nei Cda delle federazioni. ”Vi ritroverete in difficoltà a meno che non si metta un tempo limite per gli interventi”, aveva avvertito. La riunione era a porte chiuse, ma le frasi erano filtrare sui media giapponesi, scatenando una bufera di reazioni in un Paese in cui il tema dell’esclusione delle donne dai posti di potere è molto sentito. Le successive scuse di Mori (“Sono pentito, mi scuso con le persone che ho messo a disagio”) non sono bastate. Il suo successore non è ancora stato designato.

Il commento di Bach

—  

Ad ogni modo, il Presidente del Cio Thomas Bach ha ringraziato Mori: “Il Cio rispetta pienamente la decisione di Mori di dimettersi e ne comprende le ragioni. Allo stesso tempo vorremmo ringraziarlo per il suo eccezionale contributo per l’organizzazione dei Giochi: Mori ha contribuito a rendere Tokyo la città olimpica meglio preparata di tutti i tempi”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *