Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Formula 1, la proposta di Ecclestone per i motori: un tuffo nel passato

Formula 1, la proposta di Ecclestone per i motori: un tuffo nel passato. L’ex patron del Circus vorrebbe archiviare l’era ibrida che ha caratterizzato le ultime stagioni

Bernie Ecclestone
Formula 1, la proposta di Ecclestone per i motori: un tuffo nel passato (Foto: Getty)

La Formula 1 si trova di fronte ad uno dei tanti bivi della sua storia. Dal punto di vista regolamentare le nuove monoposto che dovevano essere introdotte nel 2021 arriveranno nel 2022, per effetto della pandemia di Covid. Da lì dovrebbero essere congelati i motori almeno fino al 2026 (la Ferrari vorrebbe il 2025), per contenere i costi di sviluppo delle monoposto. Il budget cap, in arrivo dalla prossima stagione, costringerà tutti ad ottimizzare i propri progetti, nel tentativo di migliorare le prestazioni. Il grosso dubbio riguarda le power unit dopo il 2026. Al vaglio ci sono moltissime ipotesi e molte delle quali portano lontano dal formato ibrido. Ad essere perfettamente d’accordo è l’ex patron della F1 Bernie Ecclestone, voglioso di rivedere dei motori “vecchia maniera”.

Il novantenne inglese propone un ritorno ai V8 aspirati che hanno caratterizzato l’era precedente all’introduzione del KERS e dell’ERS, almeno per un periodo transitorio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Red Bull e il motore 2022: Horner svela quando arriverà la decisione

Formula 1, la proposta di Ecclestone per i motori: un ritorno ai V8 aspirati

V8 Formula 1
Formula 1, la proposta di Ecclestone per i motori: un ritorno al V8 aspirato (Foto: Getty)

Secondo Ecclestone la Formula 1 deve ancora capire bene quale strada intraprendere nel proprio futuro. Ecco allora che nell’incertezza la cosa migliore da fare sarebbe quella di affidarsi ai vecchi V8 aspirati, tra l’altro tanto cari alla Ferrari.

In un’intervista a Motorsport Magazine, il manager britannico sottolinea: “Mi metterò nei guai per averlo detto, ma tiriamo fuori i vecchi motori aspirati . Tutti li hanno avuti, i costi sarebbero minori, tornerebbe il rombo e potremmo usarli per cinque anni mentre risolviamo la questione di un propulsore per il futuro”.

Questo ritorno al passato non aiuterebbe lo sviluppo per l’industria automobilistica. Un problema che Ecclestone non sembra accusare: “La Formula 1 non deve essere rilevante per l’Automotive. La gente dimentica che il Circus è nel settore dell’intrattenimento e quando smetti di divertirti, non hai un’attività”.

Liberiamoci di questi maledetti motori ‘stupidi’ che hanno adesso. Gli spettatori non sono interessati a quanto sono efficienti, al carburante che usano o quanto sono potenti”. Come dare torto al vecchio Bernie.

Fonte: automotorinews.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *