Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Formula 1 | Ferrari, quattro motori per 2022 in barba alle penalità

Imola prima e Miami poi sono stati i due circuiti in cui la Ferrari ha deciso di montare la seconda unità di motore per far partire la rotazione delle power unit in questo mondiale. Un po’ presto alcuni hanno detto, ma a Maranello è tutto sotto controllo. Il cambiamento dei carburanti, con la percentuale di bioetanolo posta al 10%, ha posto non pochi grattacapi ai motoristi a tal punto di convincere quelli della Ferrari a far girare in questi primi appuntamenti del mondiale i propri motori a giri più bassi (da qui anche la grande differenza con Red Bull). L’introduzione della nuova parte ibrida è servita proprio per colmare questo gap in attesa di maggiori riscontri sul lato carburante, anche se come visto a Miami la Ferrari non è riuscita a sfruttare tutta la sua potenza. 

Il team di Mattia Binotto però ad inizio stagione ha compiuto una scelta strategica e di programmazione per quanto riguarda il lato motore: la F1-75 userà quattro motori, portando sia Sainz che Leclerc a scontare, prima o poi nel corso della stagione, una penalità per via dell’utilizzo di una power unit in più rispetto a quanto previsto nel regolamento. La potenza c’è, l’affidabilità meno e l’utilizzo di una PU in più potrebbe spremere maggiormente quelle usate senza frenarsi per non incappare in zero pericolosi nella lotta mondiale.  

F1-News.eu è il sito di Formula 1 del Network di TMW. Su F1-News trovi tutte le notizie più interessanti del mondo della Formula 1 per un sito praticamente al 100% dedicato a questo sport. Non solo Ferrari, ma anche Mercedes, McLaren, Red Bull e tutte le altre scuderie. I Gp in diretta scritta, con tutte le interviste di Sky Sport ma non solo, anche da Liberty Media. In anticipo interviste dall’estero e tanti contenuti “particolari”, news e dettagli sui quali ci piace lavorare. La Formula 1 è qui. Seguila con noi.

Fonte: f1-news.eu

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *