Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Formula 1, cinque lettere di Natale sotto l’albero (motore): c’è anche quella del Grinch

Sogni e desideri dei grandi protagonisti del Mondiale, alcuni possibili e altri un po’ meno. Ma tutte storie imperdibili per un Natale che guarda già al prossimo campionato. E spunta anche la letterina a Babbo Natale di un Grinch molto particolare…

LO SPECIALE FORMULA 1

Mancano poche ore ormai, allora cominciamo con l’auguraci che possa essere davvero un sereno Natale per tutti. E siccome è Natale anche per la Formula 1, c’è una “tradizione a trecento all’ora” che dobbiamo assolutamente rispettare: si tratta di alcune lettere che dal grande circo dei motori sono state spedite al Circolo Polare Artico e, poi, misteriosamente finite qui, sulla mia scrivania. Ma questo non conta, perché è ben più importante scoprire chi sono i mittenti e quale desiderio hanno espresso a Babbo Natale.

“Caro Babbo Natale, sono Lewis e vorrei che…”

La prima lettera è quella forse più attesa, la scrive Lewis Hamilton, che una richiesta molto chiara: “Caro Babbo Natale, per il 2022 sarebbe sufficiente un Mondiale che durasse un giro in meno, solo uno in meno”. E c’è da capirlo…

I pensieri di Toto sotto l’albero

Anche la seconda lettera arriva da casa Mercedes, e la scrive il grande capo del team Toto Wolff che, rivolgendosi direttamente all’uomo che guida la slitta con le renne, gli dice: “Come regalo per il 2022 non chiedo qualcosa per me ma per il direttore di gara Michael Masi. Non è che potresti donargli una bandiera rossa da sventolare quando è il momento?

La “speranza Rossa”, aspettando il 2022

Porta la firma di Carletto Leclerc la terza, preziosa e accorata missiva: “Caro Babbo Natale, a me sarebbe sufficiente ricevere una Ferrari competitiva, abbastanza veloce da permettermi di poter competere per il titolo mondiale. Perché un po’ mi sto stufando di arrivare dopo Sainz… ma anche dopo la musica”.

Quel romantico di KR7

La quarta lettera è romantica, quasi nostalgica. È di Kimi Raikkonen, che si è congedato dal Mondiale, ma al Babbo Natale della Formula 1 ha ancora una richiesta da fare: “Dopo aver guidato una scassatissima Alfa Romeo per tre anni, sono pronto per sostituirti alla guida della slitta…“.

Il Grinch d’Olanda…

L’ultima letterina per l’uomo con la lunga barba bianca è a dir poco sorprendente: “Caro Babbo Natale, io sono un po’ la tua nemesi. Sono il Grinch, solo che sono il Grinch olandese. Infatti, sono stato io a rubare il Natale alla Mercedes, a Toto Wolff e a Lewis Hamilton. Non ho bisogno di nulla, perché tutto quello che desideravo l’ho ottenuto con merito. Tuo Max Verstappen“.

Ancora Buon Natale!

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *