Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ford al lavoro su motori diesel più efficienti

Nonostante l’attenzione di Ford si sia spostata sull’elettrificazione della gamma, la casa automobilistica dell’Ovale blu non sembra intenzionata ad accantonare completamente le motorizzazioni tradizionali. Proprio per questo la società statunitense si sta mettendo al lavoro per accelerare lo sviluppo di nuovi motori diesel più efficienti. La tecnologia che si nasconde dietro a questi nuovi propulsori prende ispirazione da Maserati e dal suo nuovo V6 denominato Nettuno.

Ford Bronco, offerta record per il primo esemplare

In particolare, Ford vuole puntare sullo stesso sistema di combustione a precamera con doppia candela di accensione che caratterizza il motore Nettuno sviluppato Maserati. E proprio in questo senso, la casa automobilistica dell’Ovale blu ha deciso di collaborare sia con la società di consulenza tecnica FEV che con l’Oak Ridge National Laboratory, con lo scopo di realizzare un nuovo motore diesel con un’efficienza migliore del 23% e una peso minore del 15% rispetto al motore EcoBoost V6 da 3,5 litri della Ford F-150 del 2016. Si parla di un progetto triennale tra le società coinvolte da questo accordo, per un valore che si aggira attorno ai 10 milioni di dollari. Secondo quanto riportato da MotorTrend, parte di questo progetto è stato finanziato dal Dipartimento dell’Energia. Al momento non è chiaro quando Ford riuscirà ad avviare la produzione di questo nuovo motore, così come ancora non si sa quali modelli lo supporteranno.

Ken Block vende le sue Ford, anche una RS200 da 800 CV

Secondo le ultime indiscrezioni, oltre all’iniettore di carburante e alla candela situati nella camera nella parte superiore di ciascun cilindro, Ford sta cercando di montare un iniettore d’aria compressa collegato alla camera principale. Così facendo, la precamera otterrà la stessa compressione del cilindro principale: i risultati parlano di un aumento del rapporto di compressione del motore da una linea di base di 10:1 auna compresa tra 13:1 e 15:1, il che migliora l’efficienza del carburante del 6-8%. Previste modifiche infine al sistema di raffreddamento della camera di combustione, anche questo però ispirato a quello del V6 Nettuno di Maserati.

Fonte: formulapassion.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *