Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Fiorentina, Jovic ha scaldato i motori: ora il serbo non vuole fermarsi

– Continua a leggere sotto –

In estate è stato ufficialmente il colpo da novanta dell’era targata Rocco Commisso. Un giocatore che ha deciso di trasferirsi dal Real Madrid alla Fiorentina con l’obiettivo di ritrovare sé stesso e la fiducia nei propri mezzi: Luka Jovic, l’enfant prodige che nel 2019, ad appena 22 anni, fu acquistato dalle Merengues per 65 milioni di euro. Tuttavia, probabilmente a causa della giovane età, probabilmente a causa del peso di quella casacca, l’attaccante serbo non è mai riuscito ad imporsi. Nonostante un breve ritorno all‘Eintracht Francoforte nel gennaio del 2021, nella speranza di revitalizzarlo, l’avventura spagnola di Luka Jovic non è mai decollata. L’8 Luglio 2022 viene ufficializzato il suo passaggio a titolo definitivo in Viola e le aspettative si sono rivelate fin da subito elevate, considerato il curriculum. Tuttavia dopo un fisiologico periodo di ambientamento, di cui anche lui ha avuto bisogno, adesso sembra aver preso le misure con il campionato italiano.

Esultanza Luka Jovic, Fiorentina
Esultanza Luka Jovic, Fiorentina

Probabilmente la scelta di Luka Jovic di lasciare la casa Blanca per accasarsi all’ombra del Duomo di Firenze, potrebbe essere vista anche in ottica Mondiale. Senza dubbio infatti, trasferirsi in una squadra che avrebbe potuto dargli maggiore visibilità, avrebbe costituito una vetrina migliore per guadagnarsi la convocazione in vista della rassegna qatariota. E così è stato: nonostante questi primi tre mesi tra alti e bassi, alla fine, Luka Jovic grazie alla Fiorentina partirà per Qatar 2022. Dall’etichetta di enfant prodige al rischio di diventare una promessa mancata, al ritorno in auge. Insomma dal paradiso all’inferno, e ritorno. Adesso l’attaccante ha finalmente raggiunto l’obiettivo di ritrovare la fiducia in sé stesso e chissà che, rivelandosi la sorpresa del Qatar, non possa aumentare ulteriormente le sue quotazioni. Quello che è certo è che Luka Jovic non ha intenzione di fermarsi proprio adesso.

Leggi anche: Fiorentina, Jovic punta ad una big: i Viola hanno le idee chiare sul futuro

Luka Jovic, Fiorentina-Basaksehir
Luka Jovic, Fiorentina-Basaksehir

Fiorentina, Jovic a due facce: i primi tre mesi in Viola

Che l’attaccante serbo non fosse un giocatore con una bassa autostima, lo si era capito già questa estate nel ritiro di Moena. Infatti nella sua prima intervista, il neo acquisto della Fiorentina Luka Jovic, ha dichiarato apertamente che la Viola avrebbe lottato per le posizioni europee della classifica e che lui avrebbe raggiunto quota 30 gol stagionali. L’inizio però non è stato facile. Dopo il gol all’esordio contro la Cremonese è arrivato un lungo periodo di magra, nel quale infortuni e scelte tecniche lo hanno limitato. Due mesi di digiuno interrotti come d’incanto a fine ottobre: prima il gol all’Inter, nonostante non sia servito ad evitare la sconfitta. Successivamente la doppietta in Conference League contro il Basaksehir che ha consegnato la qualificazione ai suoi. Infine il gol alla Salernitana subentrando dalla panchina che ha regalato i 3 punti alla Fiorentina. Il dato curioso è che attualmente, con i suoi 7 gol in 22 presenze, Luka Jovic ha segnato il doppio dei gol messi a referto in 3 anni di Real Madrid. Continuando con questo ritmo, l’obiettivo dei 30 gol potrebbe essere tutt’altro che un’utopia, e lui non vuole di certo deludere i suoi tifosi.

– Continua a leggere sotto –

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *