Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Finto cerotto al braccio e puntino rosso a penna”: vaccini mai fatti, le accuse al medico


L'ambulatorio dove il medico (nel riquadro) è stato arrestato
L’ambulatorio dove il medico (nel riquadro) è stato arrestato

Pistoia, 3 gennaio 2022 – «Silenzio assoluto… Bisogna esser convinti di aver fatto il vaccino, s’è fatto sul braccio sinistro». Così Federico Calvani, il medico di medicina generale della Montagna Pistoiese finito agli arresti domiciliari con l’accusa di aver effettuato false vaccinazioni anti Covid a pazienti no vax, in una delle conversazioni intercettate nel suo studio con due donne che aveva appena registrato come vaccinate sul portale della Regione senza aver loro somministrato alcuna dose.

Secondo quanto emerso dalle indagini, il dottore era molto attento a non essere scoperto. Per rendere credibili le vaccinazioni, in estate sarebbe arrivato a fare un puntino rosso con un pennarello sul braccio dei pazienti, coprendolo poi con un cerotto e istruendoli anche sugli effetti collaterali, come ad esempio l’indolenzimento del braccio, che avrebbero dovuto riferire ad amici e colleghi di lavoro perché nessuno sospettasse nulla.

Al momento sono 18 i pazienti indagati in concorso con lui, ma stando ai primi esiti delle indagini condotte dai carabinieri del Nas dopo l’arresto, i falsi vaccinati potrebbero essere circa un centinaio. Uno dei falsi vaccinati lo scorso ottobre avrebbe anche contratto il Covid in forma grave, finendo intubato in terapia intensiva.

news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *